Rachelle Friedman, una bellissima ragazza di 29 anni, è paralizzata da cinque anni e non se ne vergogna. Nel maggio del 2010, durante la sua festa per l’addio al nubilato, un’amica la gettò bruscamente nella piscina tanto che le si ruppe la spina dorsale, rimanendo bloccata dal busto in giù. Da quel momento in poi fu soprannominata “la sposa paralizzata” ma, nonostante la sua menomazione, non rinunciò a sposarsi con il suo Chris diventando anche mamma della piccola Kaylee tramite la fecondazione assistita.

Dopo il terribile incidente, Rachelle per la prima volta ha avuto il coraggio di mettersi in mostra senza veli, diventando protagonista di una campagna social per dimostrare al mondo intero che si può essere sensuali pur avendo una paralisi:

Anche noi paralizzati possiamo essere sexy. Questa è stata la prima estate in cui ho indossato un bikini e volevo dimostrare di non aver nulla da nascondere. Posso ancora essere sensuale”.

Negli scatti la ragazza, distesa sul letto, sfoggia un completino intimo accattivante mostrando senza remore nè vergogna quel catetere che è costretta ad utilizzare per vivere e che quindi è diventato parte integrante del suo corpo:

“Per la prima volta non sto nascondendo il mio catetere. Non mi sto nascondendo più”.

In questo modo Rachelle spera che anche altri disabili seguano il suo esempio, scacciando via la vergogna e postando foto sensuali corredate dall’hashtag #WhatMakesMeSexy:

“Spero di ispirare altre persone nella mia condizione a fare lo stesso e a iniziare ad amarsi di più“.