Questa sera a “Le Iene Show” sarà trasmesso un servizio riguardante i tornelli fortemente voluti dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta.

L’idea era quella di mettere in riga i “fannulloni” di Palazzo Chigi con l’introduzione di una badge magnetico, in modo da aumentare il controllo sui dipendenti.

Si pensava che questa idea potesse tenere alla larga anche alcuni commercianti abusivi che si introducevano nel Ministero dell’Economia e, senza fattura né ricevuta, vendevano oggetti in nero ai dipendenti durante l’orario di lavoro. Purtroppo né i precedenti servizi de “Le Iene” né i tornelli hanno risolto questo problema.

Un altro argomento delicato, il quale sarà trattato all’interno della puntata, riguarda gli aborti clandestini. Alcuni quotidiani hanno pubblicato la notizia dell’arresto di alcune persone di origine asiatica implicate in questa gravissima faccenda.

Le Iene indagheranno sul caso cercando di capire se in zona Paolo Sarpi, la Chinatown milanese, avvengano davvero diversi aborti ogni giorno.

Per scoprire la verità, la iena Laura Gauthier è stata aiutata da una complice di nazionalità cinese, la quale si è finta incinta e ha chiesto alle farmacie informazioni sull’aborto clandestino. Le è stato detto che una signora, per 300 euro, può farla abortire immediatamente in un appartamento privato. L’informatrice, inoltre, spiega come non sia possibile l’aborto in ospedale in quanto clandestina, tuttavia la legge Italiana prevede per tutte le donne la possibilità di abortire gratuitamente in ospedale.