Parigi val bene un arresto, tranne se si è donna e se si indossano in pantaloni. Un’altra curiosità viene dalla Danimarca, dove si può scegliere di non pagare il conto al ristorante a meno che non si senta la pancia piena.

Ecco alcune curiosità dal mondo di oggi, dove insieme a iPad di nuova generazione, auto che si guidano da sole e navigatori con la voce dell’attore preferito, ci sono leggi che nessun legislatore né nessun governo ha mai pensato di abrogare, forse perché pittoresche ed eccentriche e simbolo di un passato che non potrà più essere di attualità

=> Scopri la curiosità delle olimpiadi nudiste

Queste eccentricità sono state cercate e raccolte ne libro 365 Reasons to be Cheerful, The Law is an Ass,dell’autore britannico Richard Happer, il quale è riuscito a trovare ben 250 leggi assurde in tutto il mondo. Nella città inglese di Chester, per esempio, è ancora possibile sparare a un gallese purché si usi una balestra e lo si faccia dopo mezzanotte all’interno delle mura cittadine. Se invece ci si trova a Seattle, negli USA, e si deve prendere un autobus con in mano una boccia contenente un pesciolino rosso, nessun problema: si può fare purché l’animaletto rimanga completamente fermo. Altrimenti: prego, scendere alla prossima.

Dagli USA all’Europa: nella cittadina norvegese di Longyearbyen (isole Svalbard) è vietato morire, anche se non è ben chiaro quale sia la pena per questo gravissimo reato. Il motivo? Pare che i corpi rimangano intatti per l’eternità, causando non pochi problemi agli amministratori comunali. Volando a Singapore, invece, sono ormai 20 anni che vige il divieto di masticare le gomme. Pena: il carcere. In Svizzera, invece, è vietato tirare lo sciacquone del WC dopo le 10 di sera mentre in Danimarca, prima di avviare il motore dell’auto, è obbligatorio accertarsi che sotto non ci siano bambini. Ma se si va in carcere, nessun problema: l’evasione non è un reato.

=> Scopri tutte le pazzie legate alla fine del mondo prevista dai Maya

Ma fra le eccentricità, forse quanto è prescritto nella città di Cali, in Colombia, è un po’ esagerato e sconvolge soprattutto gli uomini: la prima volta che marito e moglie fanno sesso, la madre di lei è obbligata (sì: obbligata) ad assistere alla performance, sempre che il novello sposo riesca nell’impresa e non sia inibito da cotanta presenza. Sesso libero invece in Tailandia, dove l’unico obbligo di legge è quello di non uscire di casa senza mutande (senza slip no, ma senza maglietta sì) o di non mettersi al volante senza maglietta (senza maglietta no, ma senza mutande sì).

Meglio allora trasferirsi in Alaska: farà anche freddo, ma la prima volta da sposati sarà fatta nell’intimità della camera da letto senza presenze inquietanti. Qui, al massimo, se si compra una bottiglia di Whisky la si può bere in santa pace. O al massimo si può offrirla al cane o al gatto, ma non a un alce, cosa vietatissima dalla legge.

Fonte: The Telegraph