Arte, letteratura e tanta, tantissima moda: le mostre da non perdere nel 2018 a Londra, Milano, Parigi e New York invitano il pubblico a spaziare tra generi diversi, tra contaminazioni inedite e curiosità mai svelate tutte da scoprire.

Tra le esposizioni più attese a Milano, quella dedicata all’iconica pittrice messicana Frida Kahlo, celebrata al Mudec con una mostra unica nel suo genere, frutto di 6 anni di studio, che porta per la prima volta in Italia  tutte le opere provenienti dal Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e dalla Jacques and Natasha Gelman Collection, ovvero le due più importanti e ampie collezioni dedicate alla produzione artistica di Frida.

L’artista, simbolo indiscusso di stile e di una femminilità capace di sfidare stereotipi e pregiudizi, è anche la protagonista della mostra londinese dedicata invece al suo, ormai leggendario, guardaroba, fatto di accostamenti cromatici intensi, gli stessi delle sue opere più belle, scialli e gli immancabili cerchietti fioriti.

Il 2018 sarà infatti anche l’anno delle grandi mostre di moda, con retrospettive dedicate ai grandi nomi dell’haute couture, come quella allestita al Design Museum di Londra, incentrata sulle creazioni sartoriali dell’indimenticato Azzedine Alaïa, o l’esposizione inaugurale del Musée Yves Saint Laurent di Parigi, vero e proprio tempio dell’alta moda aperto al pubblico lo scorso ottobre e tappa obbligata per tutte le fashion addicted.

Tra le mostre più curiose, invece, da non perdere quella londinese che racconta ed esplora il mito dell’orsetto più amato della letteratura per l’infanzia, alias il tenero Winnie The Pooh, ma anche l’originale esposizione che svela al pubblico storia e segreti di quello che è da sempre uno dei capi must-have del guardaroba maschile e femminile: l’intramonabile T-shirt, oggetto di culto celebrato al Fashion & Textile Museum di Londra.

Agenda alla mano, insomma, non resta che segnare subito tutte le mostre da non perdere nel 2018, città per città. Ecco la nostra selezione.

Le mostre da non perdere nel 2018 a Londra

Week-end londinese in programma? Un viaggio nella città del Tamigi sarà allora l’occasione giusta per una visita alle tante mostre allestite nel 2018, all’insegna dell’alta moda ma anche del divertimento. Ecco quelle da non perdere.

  • “Inside The-Winnie-The- Pooh: esploring a classic”. Una mostra multisensoriale che racconta il magico mondo dell’orsetto più famoso e più amato dai piccoli. In esposizione, disegni, foto, schizzi ma anche oggetti come raffinate ceramiche e abiti. Dai palloncini blu sul soffitto all’allestimento degli ambienti che ricostruiscono la fantasiosa atmosfera del bosco dei cento acri, la mostra merita una visita, con o senza bimbi. Fino all’8 aprile 2018 al Victoria & Albert Museum

 

  • “Azzedine Alaïa: The Couturier”. Da non perdere anche la mostra dedicata alle creazioni sartoriali uniche del celebre stilista tunisino, scomparso lo scorso novembre. Il progetto, cui collaborò lo stesso Alaïa prima di morire,  parte dalla volontà di raccontare le tappe salienti della sua carriera e i segreti del suo processo creativo. Dal 10 maggio al 7 ottobre 2018 al Design Museum
  • “Balenciaga: Shaping Fashion”. C’è tempo ancora fino al 18 febbraio per visitare la mostra dedicata all’opera e all’eredità lasciata al mondo della moda da Cristóbal Balenciaga. Esposti al pubblico, 100 pezzi realizzati dal ‘maestro’ e dai suoi collaboratori nel corso di tutta la sua carriera. Fino al 18 febbraio 2018 al Victoria & Albert Museum
  • “Frida Kahlo: making her self up”. A Londra arriva anche la mostra dedicata all’iconico guardaroba della grande Frida Kahlo: al pubblico verrà svelata una straordinaria collezione, mai stata esposta al di fuori del Messico, di accessori e capi d’abbigliamento appartenenti alla celebre artista messicana. Dal 16 giugno 2018 al Victoria & Albert Museum
  • “T-shirt: cult – culture – subversion”. È il capo must have in qualsiasi guardaroba ed è ormai diventata un vero e proprio oggetto di culto: parliamo della t-shirt, celebrata da questa originale mostra che si propone di tracciare la storia, la cultura e la sovversione del capo di abbigliamento più economico e popolare del pianeta. Dalla biancheria intima da uomo al simbolo della ribellione del rock and roll, passando per il punk e la politica fino alla moda di lusso, con una parte dedicata alla collezione privata di t-shirt di Vivienne Westwood. Dal 9 febbraio al 6 maggio 2018 al Fashion & Textile Museum

 

Le mostre da non perdere nel 2018 a Milano

Attesissima nel capoluogo lombardo la mostra dedicata alla grande pittrice messicana Frida Kahlo allestita al Mudec a partire da febbraio. Ma il 2018 sarà anche l’anno di Picasso che torna ad essere raccontato, all’interno di un’esposizione esclusiva,  a Palazzo Reale. Ecco allora una selezione di mostre da vedere a Milano nel nuovo anno.

  • “Frida Kahlo. Oltre il mito”. La mostra, organizzata al Museo delle Culture e curata da Diego Sileo, riunisce in un’unica sede espositiva per la prima volta in Italia le opere provenienti dal Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e dalla Jacques and Natasha Gelman Collection, le due più importanti collezioni di Frida Kahlo al mondo. Come si evince dal titolo scelto, l’esposizione si propone di indagare l’arte della grande artista messicana al di là delle letture convenzionali che ne sono state date fino ad oggi. La mostra sarà suddivisa in quattro sezioni che rappresentano 4 grandi aree tematiche: donna, terra, politica, dolore. Da febbraio 2018 al Mudec

 

  • “Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971-2001”. La gloriosa stagione del Made in Italy è il tema centrale di questa mostra che celebra e racconta la moda italiana dal 1971 al 2001, un periodo estremamente ricco anche grazie alla relazione e agli scambi tra designer, intellettuali, artisti e architetti. In esposizione, abiti, pezzi di arte contemporanea, oggetti di moda e di design, fotografie, riviste e schizzi. Dal 22 febbraio al 6 maggio 2018 a Palazzo Reale
  • “Picasso e il mito”. Al genio di Picasso e al suo repertorio mitologico, fatto di esseri ibridi come fauni, centauri e minotauri, simbolo di quel continuo dissidio tra umanità e bestialità, è invece dedicata la mostra in programma a Palazzo Reale il prossimo ottobre. Cinque sezioni, con circa 350 opere fra i più grandi capolavori del Museo Picasso, comparati a importanti pezzi d’antiquariato e ad opere che si rifanno ai canoni della bellezza classica. Dal 18 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019 a Palazzo Reale

Le mostre da non perdere nel 2018 a Parigi

Anche all’ombra della Tour Eiffel non mancheranno le occasioni per godersi una visita a mostre ed esposizioni davvero particolari. Al centro,  ça va sans dire, la moda e i suoi più grandi esponenti…ma non solo. Ecco allora le mostre da vedere assolutamente a Parigi nel 2018.

  • “Irving Penn”. C’è tempo ancora fino alla fine di gennaio per una visita alla mostra dedicata a uno dei più grandi fotografi di moda del XX secolo: si tratta della prima grande retrospettiva del lavoro dell’artista americano in Francia dopo la sua morte e ripercorre la sua carriera di settant’anni, con oltre 235 stampe fotografiche, tutte prodotte dall’artista stesso, nonché una selezione dei suoi disegni e dipinti. Fino al 29 gennaio 2018 al Gran Palais
  • Mostra inaugurale al Musée Yves Saint Laurent. Il Musée Yves Saint Laurent di Parigi, inaugurato lo scorso ottobre,  apre le sue porte al pubblico con una mostra retrospettiva unica dell’opera di Yves Saint Laurent. L’epsozione racconta il genio creativo dello stilista attraverso una selezione di circa cinquanta disegni di haute couture insieme ai relativi accessori, schizzi, fotografie e film. Dai disegni emblematici dei capi cult come lo smoking, la giacca da safari, la tuta e il trench ai suoi tanti omaggi all’arte fino alle collezioni ispirate a Cina,  Marocco, Spagna e Russia. Fino al 9 settembre 2018
  • “Marie Curie, une femme au Panthéon” . Il Panthéon di Parigi accoglie invece un’esposizione temporanea dedicata interamente a Marie Curie, scienziata premio Nobel per la fisica. In mostra strumenti scientifici, documenti d’epoca ed oggetti personali per raccontare la storia di quella che è la prima donna a far parte del Pantheon di Parigi. Fino al 4 marzo al Panthéon
  • “Margiela”. Parigi ospiterà anche la prima retrospettiva dedicata allo stilista belga Martin Margiela, designer sofisticato e allo stesso tempo non convenzionale, noto non solo per il suo uso del bianco ma anche per aver allestito i suoi défilé in luoghi insoliti come parcheggi, magazzini o stazioni della metro. Attraverso installazioni, video e capi d’abbigliamento, la mostra vuole offrire uno sguardo senza precedenti su uno dei più influenti stilisti contemporanei. Dal 3 marzo al 15 luglio 2018 al Palais Galliera di Parigi

 

Le mostre da non perdere nel 2018 a New York

New York, si sa, vale di per sé un viaggio in qualsiasi periodo dell’anno. Nel 2018, in più, si potrà approfittare di un soggiorno in città per una visita a una delle tante mostre in programma. Ecco una selezione di quelle, secondo noi, più originali.

  • “Items: is fashion modern?”. Al centro di questa insolita mostra, 111 articoli di abbigliamento e accessori che hanno superato i confini della moda per diventare dei veri e propri simboli nel corso del 20esimo e 21esimo secolo. Dai Levi’s 501, al Little Black Dress, dalla collana di perle fino alle classiche ballerine stile Audrey Hepburn.  L’eposizione intende infatti indagare i rapporti che la moda è riuscita a intrecciare con la cultura, l’estetica, la politica e persino l’economia. Fino al 28 gennaio 2018 al MoMA

 

  • “Public Parks, Private Gardens”. Una mostra suggestiva ed originale dedicata all’arte botanica parigina durante il XIX secolo: dagli spazi verdi pubblici ai giardini fioriti delle case private, documentati da tante opere pittoriche dello stesso periodo, come i dipinti degli impressionisti. Non a caso la mostra è allestita proprio in un  museo che ha messo radici in un parco, il Central Park di New York,  progettato nello spirito dei parchi pubblici parigini dello stesso periodo. Dal 12 marzo al 29 luglio 2018, al Metropolitan Museum of Art
  • “Heavenly Bodies: Fashion and The Catholic Imagination”. Assolutamente da non perdere per la sua originalità è anche la mostra dedicata all’intreccio tra moda e religione: vesti papali, opere religiose e accessori provenienti dalla sacrestia della Cappella Sistina saranno abbinate a celebri creazioni sartoriali che proprio da quei modelli hanno tratto ispirazione, in un mix di sacro e profano senza precedenti. Dal 10 maggio all’8 ottobre 2018 al Metropolitan Museum of Art

La mostra da non perdere nel 2018 a Firenze

Infine, a Firenze, da non perdere il nuovo allestimento organizzato all’interno del Museo della Moda e del Costume, dal titolo “Tracce. Dialoghi ad arte”: il suggestivo percorso intende mettere in luce le corrispondenze tra le creazioni di stilisti-artisti e artisti-couturiers dagli anni Trenta del Ventesimo secolo fino ai giorni nostri, sottolineando i diversi linguaggi che si sono avvicendati. In esposizione, 107 tra abiti, accessori, dipinti e sculture. Fino al 31 dicembre 2018 al Museo della Moda e del Costume, Palazzo Pitti