Arrivare alla fine del mese senza aver prosciugato lo stipendio è l’obiettivo principale di ognuno di noi. Ma spesso accade che non ci si renda conto di quanto si spende e, dunque, ci si ritrovi con l’acqua alla gola; tutto si basa su alcune cattive abitudini. Se le finanze sono in rosso non si può addossare la colpa a qualcun altro, parente o amico, ma è meglio fare un esame di coscienza e assumersi le proprie responsabilità. Per prima cosa bisognerebbe far attenzione a controllare ogni uscita di denaro. Quanta gente non si accorge dei soldi spesi? Solo monitorando ogni singola spesa si può sapere se si sta oltrepassando il limite consentito.

Chi non controlla il proprio denaro commette anche un altro errore, ovvero quello di non fissare in anticipo un budget di spesa; stabilire in anticipo la cifra da spendere permette di non finire subito tutto lo stipendio e, soprattutto, di mettere da parte qualcosa per poter costruire una base più solida per il futuro. Altra cattiva abitudine è quella di esagerare con pranzi e cene in ristoranti, pizzerie o trattorie, infatti cucinare e consumare il pasto nella propria casa risulta, senza alcun dubbio, più economico e anche più salutare.

Altro spreco di denaro deriva dall’uso improprio di TV e apparecchi hi-tech; quante volte ci si dimentica di spegnere l’interruttore lasciandoli in funzione o in stand by? Ѐ oramai risaputo che anche lasciando acceso il led rosso, simbolo dello stand by, si consuma corrente. Se nell’arco di un mese la cifra è minima, considerando l’intero anno, invece, il consumo non è trascurabile. Spostando l’attenzione alla TV e a ciò che essa offre non è da trascurare l’abitudine ad abbonarsi ai canali a pagamento, infatti, spesso capita che questi abbonamenti non vengano sfruttati interamente.

Purtroppo l’essere umano, sia donna che uomo, è attratto dalle offerte e da tutto quello che è appena stato messo sul mercato: il cellulare ultimo modello, la collana pubblicizzata in TV e altri oggetti più o meno utili. Spesso basterebbe aspettare un po’ prima di comprare questo tipo di oggetti perché con il passar del tempo i produttori aumentano e, di conseguenza, il prezzo è destinato a scendere. Prima di fare determinati acquisti è bene domandarsi se sono veramente utili e se verranno utilizzati veramente o serviranno solo come soprammobili destinati a raccogliere polvere.

Dunque, il verbo comprare sembra essere la parola più facile da pronunciare. A tal proposito, quanti di fronte a un elettrodomestico o a qualsiasi altra cosa che si rompe sono propensi a sostituirla con una nuova? Questo è un altro errore. Bisognerebbe, piuttosto, domandarsi se non sia il caso di riparare ciò che si è rotto se la cifra è abbordabile. Per concludere, di questi tempi, la raccomandazione più importante è quella di dare al denaro il valore che merita e solo così si potrà fare attenzione a non consumare tutta la propria retribuzione con acquisti inutili.

Fonte: Allwomenstalk