Chi ha detto che per essere delle modelle bisogna indossare una taglia al di sotto della 40?

A Milano si è appena aperta la settimana della moda e con essa sono state avviate alcune iniziative che fanno ben sperare in un cambiamento di rotta. Una di queste è la sentinella della moda, come spiega l’assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna,

“si tratta di persone che in modo riservato e assolutamente non invasivo per i backstage, controlleranno e verificheranno che a sfilare in passerella non siano solo degli scheletri che camminano.”

Sempre sulla stessa scia, qualche mese fa è stato presentato il primo Codice Etico di autoregolamentazione e il Tesserino Visto Moda, rilasciato alle modelle e agli operatori, per attestare la loro adesione al Codice.

Bisogna che la moda veicoli messaggi positivi e realistici, per evitare quel senso di frustrazione a cui sono soggetti gli adolescenti, perché costretti a rispecchiare modelli estetici irraggiungibili, che non hanno niente di naturale.

Lo slogan della campagna è infatti 100% Natural, 100% Fashion, e vuole essere uno strumento di sensibilizzazione per tutti, operatori del settore compresi, per combattere l’anoressia, la bulimia e i disturbi alimentari in generale, malattie che sempre più spesso colpiscono le adolescenti di oggi.