Arriva la Carta della Salute elettronica, in corso di sperimentazione presso l’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma. Le prenotazioni per visite mediche e il ritiro dei referti saranno effettuate virtualmente, attraverso un’app per iPhone e iPad.

Questa iniziativa appartiene alla campagna di modernizzazione avviata dalla nota struttura ospedaliera della capitale, che mira a limitare code e attese inutili, evitabili grazie alle novità della tecnologia.

Galleria di immagini: farmaci

La Carta della Salute può essere richiesta dai genitori e consente di consultare il fascicolo del proprio figlio in formato elettronico, contenente diagnosi, cartelle cliniche, referti medici e tutta la storia sanitaria del piccolo paziente.

Il tutto nel pieno rispetto della privacy, infatti ogni carta è associata a un numero identificativo e a un codice di sicurezza. Prenotazioni e pagamenti, invece, potranno essere comodamente effettuati attraverso il sito dell’ospedale.

“Grazie a questa rete dei servizi un genitore può portare il proprio bambino in ospedale per sottoporlo a una visita specialistica, piuttosto che a un’ecografia o a un ricovero, senza dover effettuare nessuna pratica amministrativa, praticamente senza interagire con nessun altro operatore che non sia l’infermiere o lo specialista”.



Con queste parole Giuseppe Profiti, presidente del Bambin Gesù, commenta questa iniziativa, che si spera venga presto imitata dalle altre strutture sanitarie nazionali. Lo scopo è anche quello di creare una maggiore condivisione di informazioni tra medici e genitori, che possono essere costantemente aggiornati sullo stato di salute dei bambini.