Non dimenticare mai di leggere! Inizia a leggere ad alta voce libri e storie per bambini fin da quando tuo figlio è piccolissimo.

Un sondaggio ha rivelato che il 51% dei genitori fa più fatica a leggere storie ai bambini più grandicelli perché non sono stati abituati fin da piccoli. Oggi abbiamo scelto per voi un racconto che oltretutto insegnerà al bambino…quanto fa bene la verdura!!! Un racconto simpatico, che può essere anche un messaggio: rispetto per gli adulti e mangiar sano. Leggiamolo insieme…

La storia di Petruccio

Il papà di Petruccio è malato e il medico gli ha detto che soltanto una minestra di cavolo potrà guarirlo. Allora la mamma chiama il suo figlioletto e gli ordina: Petruccio, vai sul tettuccio a prendere il cavolo cappuccio per il papà che sta male.

No, risponde Petruccio.

Ah, non vuoi andare? Aspetta e vedrai. Bastone, bastona Petruccio che non vuole andare sul tettuccio a prendere il cavolo cappuccio per il papà che sta male.

No, risponde il bastone.

Fuoco, brucia il bastone, che non vuole bastonare Petruccio, che non vuole andare sul tettuccio a raccogliere il cavolo cappuccio per il papà che sta male.

No, risponde il fuoco.

Acqua, spegni il fuoco che non vuole bruciare il bastone che non vuole bastonare Petruccio, che non vuole andare sul tettuccio a raccogliere il cavolo cappuccio per il papà che sta male.

No, risponde l’acqua.

Bue, bevi l’acqua, che non vuole spegnere il fuoco che non vuole bruciare il bastone che non vuole bastonare Petruccio, che non vuole andare sul tettuccio a raccogliere il cavolo cappuccio per il papà che sta male.

No, risponde il bue.

Corda, lega il bue che non vuole bere l’acqua che non vuole spegnere il fuoco che non vuole bruciare il bastone che non vuole bastonare Petruccio, che non vuole andare sul tettuccio a raccogliere il cavolo cappuccio per il papà che sta male.

No, risponde la corda.

Topo, rodi la corda che non vuole legare il bue, che non vuole bere l’acqua che non vuole spegnere il fuoco che non vuole bruciare il bastone che non vuole bastonare Petruccio, che non vuole andare sul tettuccio a raccogliere il cavolo cappuccio per il papà che sta male.

No, risponde il topo.

Gatto, mangia il topo, che non vuole rodere la corda che non vuole legare il bue, che non vuole bere l’acqua che non vuole spegnere il fuoco che non vuole bruciare il bastone che non vuole bastonare Petruccio, che non vuole andare sul tettuccio a raccogliere il cavolo cappuccio per il papà che sta male.

Sì, risponde il gatto che è affamato.

E fa per lanciarsi sul topo; il topo, spaventato si mette a rodere la corda con i suoi dentini; la corda, che si sente rodere, tenta di avvolgersi intorno al bue; il bue, che si sente legare, si affretta a bere l’acqua; l’acqua, che si sente bere, si rovescia sul fuoco; il fuoco, che si sente bagnare, brucia il bastone; il bastone, che si sente bruciare, si abbatte su Petruccio; Petruccio, che si sente bastonare, sale di corsa sul tettuccio e raccoglie il cavolo cappuccio con il quale la mamma fa una bella minestra. E cosi il papà guarisce.