Dopo il “Batman” di Nolan, Terry Gilliam riporta al cinema Heath Ledger, a più di un anno dalla scomparsa, con il film “Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo”. Terry Gilliam affiderà al cantante Tom Wait la parte del diavolo.

L’intero film è un inno all’immaginazione, partendo dagli attori, che dopo la morte improvvisa di Ledger si sono alternati nell’interpretare il protagonista, Tony. Gli interpreti che lo hanno sostituito sono: Johnny Deep, Colin Farrell e Jude Law. L’idea iniziale era quella di abbandonare le riprese, ma poi la stessa troupe, rammentando lo spirito con il quale Ledger si era lanciato nel progetto, ha deciso di proseguire, soprattutto per onorarne la memoria.

Su proposta di Terry Gilliam, è nata l’idea che ha permesso di far proseguire la produzione del film. In pratica ogni qual volta che un attore si lanciava nello specchio ne fuoriusciva un altro se stesso, consentendo di alternare i vari protagonisti in sostituzione di Heath Ledger.

Il primo a proporsi come sostituto dell’attore è stato Tom Cruise, ma Gilliam ha rispedito al mittente la richiesta, l’idea del regista era un’altra; quella di sostituire l’attore australiano dai suoi tre grandi amici: Deep, Farrell e Law. In principio si pensava di donare gli incassi a favore della piccola figlia di Ledger, avuta con l’attrice Michelle Williams conosciuta sul set di “I segreti di Brokeback mountain”, poi non se ne è più parlato, non so se vi siano accordi a riguardo.

Il film è pieno di metafore, il concetto di specchio come soglia di confine fra il possibile e il reale sembra una dedica di Gilliam al nostro insostituibile, talentuoso e sfortunato Ledger.Non resta che godercelo al cinema nella sua ultima interpretazione, al cinema dal 23 ottobre