Leonardo di Caprio, atteso lunedì 8 febbraio a Roma per presentare il suo quarto film con Martin Scorzese “Shutter Island” (gli altri tre sono “Gangs of New York”, “The Aviator” e “The Departed”), ne approfitta per trascorrere una mattinata agli scavi archeologici di Pompei in compagnia della madre Irmalin Idenbirkin, della sua nuova fidanzata, la modella russa Anne Vyalitsyna, e di alcuni amici.

Nascosto dal cappuccio della felpa, da un cappellino e da un paio di occhiali da sole, l’attore statunitense di origini italiane (il padre George è originario del comune di Trentola-Ducenta, in provincia di Caserta, mentre la madre è tedesca) è capitato a Pompei senza preavviso per evitare di incontrare giornalisti e fotografi, tanto che del suo arrivo non era informato neppure il sindaco di Pompei, Carlo D’Alessio, che all’agenzia di stampa ADNKRONOS ha rivelato:

Siamo felici e onorati di questa visita di Di Caprio, perché l’attore ha potuto ammirare questo grande museo all’aperto. Ma avrei voluto salutarlo con un dono particolare, il crest che abbiamo fatto realizzare con lo stemma della città. Gli avremmo donato anche alcuni libri sulla storia della città e su Bartolo Longo. Da anni abbiamo fatto di Pompei la città dell’accoglienza. Putroppo abbiamo saputo solo da voi giornalisti di questa visita. Manderemo una lettera a Di Caprio nella quale ci scuseremo per non averlo potutro salutare di persona e gli rappresenteremo così anche il nostro affetto e la stima della città. Siamo sicuri che porterà con sé il ricordo della nostra Pompei.

Non è la prima visita al sito archeologico campano per il premio Golden Globe per “The Aviator”, anche se questa volta lo staff di Marcello Fori, Commissario delegato del sito archeologico, gli ha riservato un percorso alternativo che la star pare abbia molto gradito: la prima tappa è stata il Lupanare, antico bordello di Pompei del quale Di Caprio ha voluto conoscere tutti i dettagli, poi la casa del Menandro, così chiamata per il ritratto di questo poeta in fondo al peristilio, e la Casina dell’Aquila, il punto più alto dell’antica città dal quale si può godere un panorama stupendo.

Arrivato intorno alle 12, Leonardo Di Caprio ha lasciato Pompei alle 14 circa e pare si sia divertito molto con gli amici ad ammirare la storica città sepolta dall’eruzione del Vesuvio dell’anno 79 d.C. e a scattare foto ricordo.

Dopo “Shutter Island”, Leonardo di Caprio uscirà nel corso dell’anno con un altro thriller, Inception, scritto e diretto da Christopher Nolan, nel quale recita con Joseph Gordon-Levitt, Ellen Page, Marion Cotillard, Michael Caine, Ken Watanabe e Cillian Murphy.