Non si fermano gli impegni cinematografici dell’ex idolo delle ragazzine della seconda metà degli anni Novanta, ossia Leonardo Di Caprio, sempre più coinvolto in ruoli interessanti e in cui i suoi personaggi devono spesso usare la propria astuzia e capacità di sopravvivenza.

Reduce dall’ultimo film di Scorsese, “Shutter Island”, Di Caprio è stato chiamato per interpretare un film prodotto dalla Warner Bros, “Prisoners“, il cui regista sarà Antoine Fuqua, noto per aver diretto “The Call”.

Sceneggiato da Aaron Guzikowski, la pellicola parlerà di un giovane padre che, per vendicare il rapimento di sua figlia, inizia a farsi giustizia da solo mediante il sequestro del presunto mandante. La trama del film non sembra proprio originalissima, ma riguardo al suo ruolo, Di Caprio ha affermato:

Senza svelare nulla sul finale del film, perché è importantissimo per il pubblico che lo andrà a vedere, questo ruolo ha una sua duplicità. Questo è un film che racchiude vari generi, ma al centro c’è il dolore, il trauma, il modo in cui un essere umano fa i conti con la sua sofferenza