Leonardo DiCaprio, oltre a essere conosciuto come uno degli attori più talentuosi degli ultimi anni, è anche noto per il suo impegno sociale a difesa dell’ambiente e delle popolazioni indigene. Dopo la vittoria dell’agognato Oscar (per The Revenant), Leo ha raggiunto un altro importante risultato: realizzare un documentario su cambiamento climatico.

Before The Flood, questo il titolo della pellicola, è stato diretto da Fisher Stevens grazie a una partnership con National Geographic; tra i produttori esecutivi anche Martin Scorsese. Il documentario si pone l’obiettivo di essere una sorta di film pedagogico che cerca di mostrare come sia necessario trovare delle soluzioni nel breve termine per lottare contro il cambiamento climatico: pone infatti l’accento sulle cause e gli effetti di questo importante fenomeno, delineando anche possibili modi per avviarsi a una soluzione del problema.

Diffuso online il trailer di Before The Flood, realizzato in puro stile hollywoodiano. “Voglio sapere fino a dove ci siamo spinti, e se c’è ancora qualcosa che possiamo fare per fermarli”, esclama Leonardo DiCaprio nella breve anteprima del documentario. “Il cambiamento climatico è il problema più critico e urgente che oggi il nostro mondo si trova ad affrontare. Io e Fisher abbiamo deciso di girare un film che non solo spiega alle persone quali saranno le sfide che dovremo affrontare se non riusciamo ad agire, ma anche quali sono le soluzioni che è possibile implementare se c’è la volontà politica di farlo”, ha dichiarato l’attore durante la presentazione ufficiale di Before The Flood. “Abbiamo bisogno di leader, non solo negli Statu Uniti, ma nel mondo, che credano nella scienza del cambiamento climatico e che abbiano il coraggio di prendere posizione a favore del nostro Pianeta”. 

Leonardo DiCaprio ha già incontrato numerosi leader e uomini politici in tutto il mondo, tra cui Barack Obama, il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon e Papa Francesco per affrontare la questione. L’attore americano si è anche recato in molte zone del globo dove il cambiamento climatico ha già prodotto dei vistosi cambiamenti: dalle sabbie tossiche di Alberta in Canada, alle aree colpite dalle inondazioni a Miami, fino alle foreste bruciate dell’Indonesia e ai quartieri più colpiti dallo smog di Pechino.