Oggi si celebra la Giornata della Terra e, come ogni anno, le principali associazioni a tutela dell’ambiente organizzano eventi e presentano rapporti sulla salute del nostro Pianeta sempre più minacciato dalla deforestazione, dal surriscaldamento e dallo spreco di energie non rinnovabili.

La situazione globale è preoccupante e sta a cuore anche a molti personaggi famosi del mondo dello spettacolo che non perdono occasione per parlarne addirittura durante eventi ufficiali. Basti pensare a Leonardo DiCaprio che, dopo aver ricevuto il premio Oscar come migliore attore protagonista per The Revenant, direttamente dal palco del Dolby Theatre di Los Angeles ha messo il punto sul surriscaldamento terrestre:

Per girare The Revenant abbiamo dovuto andare quasi al polo. Il 2015 è stato l’anno più caldo della storia, i cambiamenti climatici sono una realtà che sta accadendo adesso, dobbiamo smettere di procrastinare, bisogna agire per l’umanità e per le comunità indigene, per i figli dei nostri figli.

Anche Livia Firth, moglie dell’attore Colin Firth, è molto attenta all’argomento tanto da lanciare il progetto “Green Carpet Challenge” impegnandosi ad indossare in ogni occasione ufficiale sempre abiti e accessori sostenibili, per incentivare una giustizia ecologica e sociale.

L’attore Mark Ruffalo ha voluto, invece, inviare direttamente un video messaggio al primo ministro inglese David Cameron per ammonirlo circa lo spreco di combustibili ed invitarlo a sostenere l’utilizzo di energia rinnovabile.

Un’altra star del mondo del cinema, Emma Thompson, è invece una vera e propria attivista di “Greenpeace” ed ha navigato in lungo e in largo sull’Artico per portare ai leader politici di tutto il mondo la sua testimonianza diretta circa lo scioglimento dei ghiacci polari. L’attrice è molto sensibile anche al problema dei rifugiati e sostiene che tra qualche anno la situazione potrebbe peggiorare in quanto è inevitabile l’aumento dei Paesi che non saranno più abitabili a causa del cambiamento delle condizioni climatiche.

Per quanto riguarda il mondo della moda, è la top model brasiliana Gisele Bundchen ad essere la più attiva sul frangente ambientalista: ha lanciato una sua collezione di infradito “Ipanema” eco-compatibile con lo scopo di raccogliere fondi per la conservazione della foresta amazzonica, devastata sempre di più dalla deforestazione.

Per finire, anche il mondo del calcio ha un suo esponente nella lotta ambientalista: è Gary Neville, ex terzino del Manchester United e della nazionale inglese. Qualche anno fa l’ex giocatore ha stretto un accordo con i pionieri dell’energia eolica di Ecotricity per lanciare una grande iniziativa no-profit atta a promuovere l’ambientalismo attraverso lo sport.