Shutter Island” il prossimo film che avrà come protagonista Leonardo Di Caprio, è stato un film davvero durissimo da girare per l’attore americano. Le condizioni ambientali e climatiche che hanno contraddistinto l’intero arco delle riprese, hanno duramente provato il protagonista principale del film.

Durante la produzione più di una volta non si è riuscito a girare a causa dei forti temporali, a tal punto da impedire di vedere una persona anche se distante soli pochi passi. Nonostante tutto l’attore americano non ha mai mollato, dopotutto DiCaprio non è proprio quello che può essere definito un novellino in fatto di disastri, “Titanic” ha fatto scuola a riguardo, anche se il bel poliziotto nel film soffre, e non poco, il mal di mare.

Le prove affrontate dall’attore in questa quarta collaborazione con Scorsese sono state davvero innumerevoli, come quella che lo ha visto protagonista di alcune riprese in compagnia di un centinaio di topi, prove e difficoltà a parte DiCaprio in questo film è davvero il valore aggiunto del film. Della pellicola infatti si fanno ammirare maggiormente le atmosfere che lo stile narrativo, esattamente come il non proprio riuscitissimo libro di Dennis Lehane “L’isola della paura”.

Il film gioca più sulla tensione che sui colpi di scena che contiene al suo interno, ma lo sguardo spiazzato di Di Caprio nelle innumerevoli false piste costruite dal regista è davvero una cosa imperdibile.