L’argomento sembra macabro, e sicuramente un po’ lo è, ma indubbiamente la creazione di una linea di moda, appositamente per i funerali, non poteva attirare l’attenzione.

La designer è Leonor Scherrer, figlia del famoso Jean-Louis Scherrer, la quale ha avuto l’ispirazione per questa linea quando, nel giugno del 2008, il genio di Yves Saint Laurent ha fatto la sua scomparsa.

Dopo una lunga ricerca dell’abito adatto alla triste occasione, che non ha portato a nessun risultato, la Scherrer ha messo in cantiere il suo progetto Leonor Funeral Couture, dichiarando “la morte sta diventando banale” e il desiderio di ritornare al tempo in cui l’abito della vedova veniva attentamente osservato e giudicato dai presenti.

La passione per il gotico e la sua innata eleganza, la rendono decisamente perfetta per il compito che si è prefissata Leonor. I primi pezzi della collezione saranno disegnati in collaborazione con Riccardo Tisci, amico e stilista per Givency, che intervistato dal Women’s Wear Daily ha detto:

Per me, Leonor rappresenta la Francia sotto tutti gli aspetti: l’eleganza, l’aristocrazia e l’oscurità.

Il fatto che la morte sia sempre stata un tema ricorrente per la Scherrer, lo si nota da piccoli particolari: la boutique del padre in Avenue Montaigne, che si chiamava “L’Allée des Veuves” o “Strada delle vedove”, e la traccia di uno dei suoi album, un rifacimento del pezzo di Schubert “Death and The Maiden”.

Sicuramente sarà una collezione un po’ anomala, ma voi cosa ne pensate?