La leucorrea ( detto anche flusso vaginale), è un fenomeno del tutto normale anche durante la gravidanza, perchè c’è una maggiore produzione di estrogeni durante la gestazione.

Durante le prime settimane di gravidanza, inoltre, le secrezioni del collo uterino creano una barriera che protegge l’utero, il cosiddetto tappo mucoso.

L’aspetto di queste perdite varia da soggetto a soggetto, può essere trasparente ma può anche essere più consistente e presentare qualche traccia di sangue.

Anche se la leucorrea è un evento del tutto normale durante la gravidanza, però esistono situazioni in cui è consigliabile consultare il ginecologo di fiducia, come nel caso di: flusso abbondante di colore chiaro e consistenza acquosa, (potrebbe trattarsi di una perdita di liquido amniotico), flusso in continuo aumento con tracce di sangue o di un colore rosato-marrone, flusso schiumoso con una colorazione che tende al giallo o al grigio, (potrebbe essere un’infezione vaginale).

La leucorrea è una condizione fisiologica, non può quindi essere evitata o diminuita, a meno che non si tratti di un’infezione che andrà trattata. Però si possono limitare i disagi con qualche accorgimento pratico come: l’utilizzo di biancheria intima di puro cotone, evitare pantaloni troppo aderenti  e l’utilizzo di tamponi, e poi una particolare attenzione per l’igiene intima.

photo credit: Helga Weber via photopin cc