Quando si pensa alla costruzione di una struttura alberghiera, in una rinomata località turistica, è molto importante tenere bene in considerazione la componente paesaggistica del sito che ospiterà la nuova costruzione: non è certo la stessa cosa affacciarsi dal balcone della propria suite e guardare una strada trafficata piuttosto che uno splendido tramonto sul mare.

Non si può ottenere sempre tutto quello che si vuole dalla vita e, a volte, bisogna scendere a compromessi: se non di potrà avere una visuale diretta sul mare per il tutto il tempo del proprio soggiorno, si potrà almeno desiderare di godersela anche per una certa porzione della giornata… basterebbe solo un albergo rotante.

Non è sicuramente una novità quella di strutture architettoniche messe in rotazione da imponenti meccanismi ma, dato che l’Europa ne è ancora priva, presto sorgerà a Split, in Croazia, il primo albergo turistico di lusso rotante, disegnato da Richard Hywel Evans di Studio RHE.

L’albergo sarà costruito in prossimità del porto turistico di ?olta Island, accompagnato dalla nascita di yatch club e da altre strutture ricettive che offriranno al turista una vacanza da sogno. Ogni camera ruoterà ininterrottamente, notte e giorno, con un velocità che le consentirà (circa 1,3 rotazioni quotidiane) di affacciarsi con un certa frequenza sul mare.

Per accedere all’hotel, corredato da piscine, SpA e tutto quello che occorre per fornire al turista il relax di cui ha bisogno, si utilizzerà una piccola galleria sotterranea di 22 metri di diametro, unico spazio non rotante di tutto l’edificio che invece si estende per ben 61 metri di diametro.

L’isolotto che ospiterà l’albergo è un piccolo paradiso verde padroneggiato da alberi di ulivo; questi ospiterà altri 4 piccoli residence tra loro interconnessi, arricchiti da piscine di medie e grandi dimensioni, contenute in blocchi vitrei.