La mobilia di casa non basta mai, avremmo sempre bisogno di un tavolinetto in più, di una sedia qua e là, una comodissima poltrona da utilizzare all’occorrenza… e chissà quant’altro ancora. Se vi state aspettate una soluzione a questo problema credo che neanche questo valido blog potrebbe esservi d’aiuto, ma almeno possiamo limitare i “danni” consigliandovi un tavolinetto in grado di adattarsi alle vostre esigenze: ecco a voi Levi.

Levi è apparentemente un semplice tavolinetto in legno, disegnato da Donald Dahl, in grado di assumere varie lunghezze a seconda dei gusti e degli usi di chi dovrà utilizzarlo.

Al posto del tradizione sistema a scivolo, della superficie superiore del tavolo incastrata all’interno di apposite piste, Levi utilizza un sistema a levitazione magnetica, che sospende la base di appoggio tra i due sostegni laterali.

Delle barriere in plexiglass limitano i movimenti della tavola all’interno delle ampie scanalature nella porzione superiore dei due cavalletti, per evitare che sfugga via a causa delle forze di repulsione degli stessi magneti che le consentono di rimanere sospesa.

Per avere un tavolino di diverse dimensioni basta allargare i due piedi, sostituire la tavola di superficie con un’altra di quelle in dotazione, e riavvicinare i sostegni. Ogni tavola è decorata con parti in vetro dai riflessi in bronzo, il giusto connubio con il corpo legnoso.

Non sempre i fenomeni fisici sono una prerogativa di laboratori altisonanti ricolmi di cervelloni, a volte possono tornare veramente molto utili anche nella semplice quotidianità.