Lui si chiama Rob Fusari, vive a New York e di mestiere fa il produttore musicale. Oltre ad aver lavorato con star del calibro di Bone Thugs-N-Harmony, Will Smith e Destiny’s Child, Fusari avrebbe anche formato e portato alla fama Stefani Germanotta, ovvero Lady GaGa.

Tra Rob Fusari e Lady GaGa, a detta di lui, c’era molto più che un semplice rapporto lavorativo: i due erano legati anche da una storia d’amore, nata ai tempi in cui l’attuale diva dance stava ancora nello studio di registrazione a creare con Fusari le hit che l’avrebbero portata al successo planetario.

E ora Mr Fusari, che si è sentito sedotto, abbandonato e pure sfruttato, ha deciso di intentare causa all’ingorda diva eclettica chiedendole 30 milioni di dollari, poiché il successo di Lady GaGa è dipeso da lui.

In pratica, Fusari si dichiara co-autore dei pezzi più di importanti per il successo della carriera di GaGa, ovvero “Paparazzi” e “Beautiful, Dirty, Rich”, oltre a essere responsabile del nome d’arte della cantante stessa, che deriverebbe dalla celebre canzone dei Queen, Radio Ga Ga.

Purtroppo il fato volle che, secondo quanto sostenuto da Fusari, la loro storia d’amore finisse quando Lady GaGa ha svoltato nel business musicale: a quel punto, l’amore utilitaristico della Germanotta per Fusari sarebbe finito, e con questo pretesto lei lo avrebbe anche escluso dal contratto con la casa discografica.

Fusari sostiene anche che l’esclusione strategica con cui GaGa lo ha tagliato fuori dal contratto non gli avrebbe permesso di percepire il pagamento delle royality e dei compensi da produttore per il suo lavoro svolto nei confronti dell’ex amata.

E adesso? Mercoledì scorso il ragazzo ha presentato causa allo Stato di New York, chiedendo un risarcimento/rimborso per il mancato godimento dei benefici del lavoro svolto per Lady GaGa. La somma richiesta è di 30 milioni di dollari.