Si è parlato spesso ultimamente della possibilità di poter rendere a pagamento l’informazione veicolata da Internet, almeno per quanto riguarda i siti Web delle testate giornalistiche più blasonate e importanti. Questo fenomeno è una conseguenza della drastica riduzione della vendita dei giornali stampati a seguito di una maggiore consultazione di quelli online. I motivi sono semplici: maggior rapidità nel cercare l’informazione di interesse, risparmio economico, possibilità di leggere notizie pubblicate anche nel passato.

LG ha cercato di mettere in comunicazione questi due aspetti del giornale, consentendo a chiunque di godere della tradizionale lettura su carta integrando al contempo gli stessi benefici che si avrebbero sul Web, come? Con i flexible e-paper.

Si tratta di una tecnologia che abbiamo già avuto modo di presentarvi in un precedente articolo, che consente di ridurre notevolmente la dimensionale di un tradizionale display rendendolo inoltre flessibile, resistente, ed efficiente.

Il risultato ottenuto da LG, dopo notevoli investimenti e ricerche, è quello di un display di 19 pollici leggermente più sottile dei tradizionali fogli di carta utilizzati per stampare i giornali. Infatti è spesso 0,3 mm e pesa circa 130 grammi.

Questi risultati sono stati resi possibili utilizzando delle lamine di metallo per realizzare i display invece del tradizionale rivestimento plastico. Potremmo quindi arrotolare e piegare il nostro giornale con la certezza che tornerà al suo stato originale.

La tecnologia utilizzata per la visualizzazione delle informazioni è l’e-ink, che consente di imitare la scrittura su carta e che necessita di alimentazione solo nel momento in cui le informazioni stampate devono essere modificate.

Non sono note informazioni sul prezzo, ma se questi sono i presupposti immagino che ne varrà davvero la pena, qualsiasi esso sia.