Ha infranto ogni precedente record riguardo alle aste d’arte “L’homme qui marche“, scultura in bronzo creata dall’artista svizzero Alberto Giacometti.

Quest’opera ha superato di gran lunga il precedente record detenuto da “Il ragazzo con la pipa” di Pablo Picasso, battuto per 57 milioni di euro nel 2004 a New York.

L’opera di Giacometti, contesa fino all’ultimo da una decina di collezionisti, ha raggiunto la cifra di 74 milioni di euro, molto al di sopra delle stime degli organizzatori.

La vendita organizzata da Sotheby’s a Londra è stata un successo senza precedenti, anche grazie alla fama che da anni circonda “L’homme qui marche”, un’opera tanto conosciuta da essere rappresentata sulle banconote da 100 franchi svizzeri.

All’inizio l’artista l’aveva immaginata come l’elemento centrale di un gruppo scultoreo da posizionare a New York, per la Chase Manhattan Plaza, ma stanco da anni di lavoro, aveva deciso di non portare più a termine il progetto credendo che richiedesse troppo tempo.

Nel 2009 l’opera d’arte era entrata in possesso della banca tedesca Commerzbank AG attraverso l’acquisizione di un altro istituto di credito che la possedeva originariamente, la Dresdner Bank.