La settimana scorsa Noel Gallagher aveva fatto delle dichiarazioni molto forti riguardo alle ragioni che avevano portato alla rottura degli Oasis, principalmente il fatto che il fratello Liam l’avesse attaccato brandendo la chitarra come un’ascia. E ora è il turno di Liam di rispondere che il fratello è un bugiardo.

Che Liam, quello più noto per essere lo scavezzacollo della famiglia, possa avere il cuore spezzato suona già strano, ma il piccolo Gallagher ha prontamente risposto alle accuse di Noel secondo cui la fine degli Oasis è stata causata da Liam che voleva pubblicizzare in tour la sua linea di abbigliamento, “Pretty Green”, e avrebbe annullato un concerto per i postumi di una sbronza. Il tutto via radio visto che queste liti familiari sembra non si possano proprio risolvere a quattrocchi:

Galleria di immagini: Noel Gallagher

“Quelle sono delle grosse bugie, che devo chiarire. La prima di me ubriaco. Per il V Concert sono stato diagnosticato di laringite, non ero ubriaco. Io li faccio i concerti, anche se con i postumi di sbronza, sono un adulto. Non cancello un concerto perché ho mal di testa.”

Mentre per quanto riguarda la linea di abbigliamento, ha risposto:

“Le parole “Pretty Green” non sono mai uscite dalla mia bocca con Noel. Mai. Quindi tutta la storia per cui avrei cercato di fare pubblicità a “Pretty Green” nel nostro tour è assolutamente una str****ta, dire che è stata la causa della fine degli Oasis. Non la bevo.”

Poi si rivolge direttamente a lui, e ai fan:

“Deve sapere che ci sono due persone da incolpare per la fine degli Oasis. Una di queste è seduta qui in questo momento a parlare, l’altra è Noel Gallagher. È ora che si svegli, non è un angelo.”

E aggiunge:

“Mi ha spezzato il cuore.”

Nessun riferimento sulla chitarra brandita in un improvvisato incontro di wrestling, quella forse non era esattamente una bugia.