A un certo punto non riuscirete a crederci. Penserete di aver capito male o di non aver capito affatto. Vi ritroverete smarrite nei meandri di un orribile incubo, agghiacciante ma allo stesso modo tremendamente affascinante, quanto realistico. E più andrete avanti, più quella sensazione si impadronirà pericolosamente di voi.

Dormi per sempre, di Thiesler Sabine, non è un semplice romanzo thriller. Dormi per sempre è un viaggio psicologico tra le pieghe oscure della mente femminile. Dormi per sempre è il racconto della disperazione, dell’orrore, del raccapriccio che talvolta le fragilità umane non riescono a reggere.

Una donna di mezz’età. La campagna toscana. Un marito fedifrago. E due gocce di veleno. La terra che ricopre faticosamente una tomba improvvisata e dei fiori che vi crescono sopra. Questi gli ingredienti principali di una storia che conduce sempre più giù verso un inferno fatto di pura follia.

Cosa può fare la gelosia? Fin dove può spingere la scoperta di un tradimento? Fin dove può arrivare l’amore di una donna? E se a condurla all’omicidio non fosse soltanto l’irrazionalità di un adulterio subito? Cosa può portare una donna ad andare contro il suo istinto più forte? Cosa può indurre una donna, creata per dare la vita, a uccidere con spietata indifferenza?!?

photo credit: Mauro Luna via photopin cc