In questi giorni, pare ci siano stati dei lievi cali d’ascolto per la regione Lazio. Probabilmente, si tratta di una conseguenza dello switch off, il passaggio dalla televisione analogica al digitale terrestre, che sta interessando milioni di persone soprattutto nella capitale.

Questo calo di ascolti dovrebbe essere fisiologico: in alcune zone il segnale potrebbe essere labile oppure i telespettatori potrebbero essersi attardati nella configurazione di antenne e docoder. Si tratta, tuttavia di ipotesi, le ragioni di questo fenomeno non sono del tutto conosciute.

A parlare di questo problema è il viceministro allo Sviluppo Economico Paolo Romani, ai microfoni di Radio Anch’io:

In Sardegna il passaggio è stato lento e preparato, i cali sono stati irrilevanti. Nel Lazio, in questi primi giorni, un calo fisiologico ci sarà, perché qualche difficoltà nella risintonizzazione ci può essere.

Il consiglio di Romani è quello di farsi assistere, chiamando il numero verde che, proprio ieri, ha ricevuto ben 100.000 telefonate. Lo switch off nel Lazio durerà un paio di settimane, per cui è possibile che in alcuni luoghi il segnale non sia ancora stabile.