Chiunque adori il cyber-world potrebbe trovare questo concept un oggetto a cui non sarà possibile dir di no. Indipendentemente dal costo di una possibile futura commercializzazione, che ancora risulta sconosciuto, Light Blue Optics ha presentato in occasione del recentissimo CES 2010 un prodotto in grado di trasformare una qualsiasi superficie in un piccolo display da 10 pollici.

Si tratta di un proiettore di raggi laser olografici, in grado di adattare e regolare automaticamente la messa a fuoco di immagini di varia utilità su diverse tipologie di supporti, come pareti, tavoli, pavimenti, tessuti, ecc..

Apparentemente resta solo un piccolo proiettore, munito di un sistema infrarossi in grado di localizzare e interpretare movimenti in prossimità della superficie proiettata. Questo è davvero molto utile in quanto le immagini da proiettare possono rivelarsi delle comuni tastiere qwerty perfettamente funzionanti, sistemi di visualizzazione dei contenuti con comandi touch come siamo ormai abituati a vedere sull’iPhone insieme a tutto quello che la fantasia e l’ingegno umano non possono limitare.

L’interazione va ancora curata, per il momento è possibile impartire un comando touch alla volta, ma si sta già lavorando ad un software più sofisticato per la gestione multitouch.

Anche se ancora in fase di concept, le possibili applicazioni sono davvero varie. Potrebbe infatti essere utilizzato come un sistema per la prenotazione ai tavoli di un ristorante o all’interno di un negozio di abbigliamento per visionare le taglie o i modelli disponibili in vendita e molto, molto altro ancora.

Se poi aggiungiamo anche il fatto che questo piccolo “proiettore” è anche dotato di supporto per schede microSD, un Hard Disk da 4 GB, radio bluetooth e WiFi, il successo è assicurato.