Lily Allen, la famosa e irriverente cantante di “Smile”, sta vivendo un vero e proprio dramma. Pochi giorni ha perso il figlio che portava in grembo. Si tratta del secondo aborto spontaneo subito dalla Allen: il primo nel 2008, quando si frequentava con Ed Simons dei Chemical Brothers. Come se non bastasse, la giovane è stata costretta ad un ricovero d’urgenza a causa di una violenta setticemia che l’ha colta poco dopo l’aborto.

Solo venerdì la cantante aveva ringraziato tutti i fan su Twitter, specificando di sentirsi molto addolorata per la perdita. Fonti vicine a Lily parlano di una ragazza comprensibilmente devastata e inconsolabile, nonostante il supporto continuo del compagno Sam Cooper. Non è però bastata la tragedia dell’aborto: nella stessa giornata la Allen è stata portata d’urgenza in ospedale per una setticemia che, se non fosse stata trattata tempestivamente, avrebbe potuto essere letale.

Fortunatamente l’artista sembra rispondere bene ai trattamenti medici e, a quanto rivelato dal The Sun, la giovane pare essere fuori pericolo. Recuperata la salute fisica, però, Lily dovrà sottoporsi a un lungo cammino di ripresa psicologica: già nel 2008, infatti, la cantante aveva chiesto aiuto ad un terapeuta per vincere il dolore di un simile dramma. Da pochi mesi aveva recuperato la serenità, anche grazie a questa gravidanza che sembrava procedere a gonfie vele, poi il terrificante epilogo. Una gravidanza attesa e desiderata, tanto che la cantante aveva abbandonato completamente gli abusi e gli eccessi del passato.

Tutte le star internazionali, da Justin Bieber a Katy Perry, si sono strette attorno alla Allen con gesti di cordoglio e offerte di supporto. Non ci resta altro che sperare Lily possa coraggiosamente superare questo ennesimo triste evento.