Dopo aver perso il secondo bambino al sesto mese di gravidanza, la giovane cantante Lily Allen si era chiusa nel proprio dolore, con ben poche apparizioni pubbliche. Ma ora si è mostrata a Parigi alla sfilata di Chanel e racconta le sue tragedie personali in un documentario.

La sfortunata cantante si è presentata direttamente dallo stilista Karl Lagerfeld per farsi commissionare l’abito nuziale, con cui sposerà il fidanzato Sam Cooper alla fine di quest’anno. Ha detto lei stessa:

Galleria di immagini: Lily Allen e Chanel

“Sono qui per vedere Karl per il mio abito da sposa.”

Lily ha appena rilasciato una serie di personalissime interviste per un documentario che apparirà su Channel 4 dove ha confessato di aver sofferto di disturbi alimentari:

“Vomitavo dopo i pasti. Non è una cosa di cui vado fiera. Ma ti dico una cosa, un sacco di gente veniva da me a dirmi quanto sembrassi fantastica e che di sicuro sarei stata sulle copertine di tutte le riviste. Io mi vedevo bene ed era fantastico poter provare vestiti e sentirsi da un milione di dollari. Ma non ero felice, davvero non lo ero.”

L’intervista prende poi una piega abbastanza aggressiva:

“Mi piacerebbe tantissimo essere la più magra persona al mondo ma non posso farlo senza essere infelice. Mi piace il cibo. Sono una pop-star non una modella. Non fatemi sentire una m***a perché non sono pelle e ossa e ho disordini alimentari.”

Lei e Sam si sono fidanzati lo scorso Natale, un mese dopo la perdita del figlio e del rischio setticemia. E di questo dramma ha dichiarato:

“È stata veramente una lunga battaglia, e credo che questo genere di cose cambino una persona.”