Ci risiamo, Lindsay Lohan si ritrova di nuovo di fronte alla possibilità di finire in carcere. Ieri è stata in tribunale per il furto di una collana del valore di 2.500 dollari. E se la Lohan decidesse di accordarsi con l’accusa finirebbe in galera. Ma anche se lo rifiutasse, sembra che ci siano abbastanza prove perché ci finisca comunque.

Il giudice che l’ha ascoltata ieri mattina a Los Angeles non si è mostrata affatto tenera con la problematica star, che non smette di inanellare un crimine dietro l’altro. Stavolta per l’accusa di furto il giudice Keith Schwartz le ha detto:

Galleria di immagini: Lindsay Lohan in tribunale

“Non mi interessa se sei Lindsay Lohan. Uno dei miei punti fondamentali è che tratto tutti allo stesso modo. Voglio dirti solo un paio di cose: questo reato prevede il carcere, punto. Se arrivi a un accordo di fronte a me, andrai in prigione. Sarà solo una questione di quanto tempo, ma se il caso arriva qui, andrai in prigione.”

Sembra che se Lindsay si accordasse con l’accusa, quindi dichiarandosi colpevole, rischierebbe 6 mesi di carcere. Ma se continuasse con la linea dell’innocenza, pare che gli avvocati dell’accusa abbiano prove a sufficienza per farla condannare, e a quel punto rischierebbe ancora di più.

L’attrice ha tempo fino al 10 marzo per riflettere sul da farsi. Ma sembra che in un modo o in un altro, finirà di nuovo in carcere.