Chi lo ha detto che le cliniche di rehab servono solo a riposarsi, staccare dal lavoro e curarsi dalle dipendenze? Evidentemente nessuno lo ha detto a Lindsay Lohan che, nonostante sia costretta a rimanere in clinica per ordine del giudice, proprio non riesce a stare con le mani in mano

La giovane e problematica attrice ha, dunque, deciso di usare questo tempo di lontananza forzata dai riflettori, non solo per cercare di curare la sua dipendenza dalle droghe e dagli alcolici, ma anche per dedicarsi alla moda.

Lindsay avrebbe, infatti, preso in mano carta e matita e avrebbe iniziato a immergersi totalmente nell’ideazione di un’intera linea di borse per la sua compagnia, la 6126, sfruttando al meglio l’abbondanza di tempo libero a sua disposizione. Paz Shakked, partner della Lohan nella preparazione della linea, ha del resto dichiarato che il lavoro della sua collega non ha subito alcuna battuta d’arresto, nonostante i vari periodi trascorsi prima in prigione e ora in rehab.

L’attrice non ha mai smesso di tenersi in contatto con la Shakked, nemmeno dal Betty Ford Center e la designer, che può certo dire la sua in tema di moda, avendo lavorato per marchi come Tarina Tarantino e Dolce & Gabbana, si è dimostrata entusiasta dei risultati della collaborazione

Riusciamo comunque a lavorare nei tempi previsti. Lavoriamo incredibilmente assieme, abbiamo un’ottima alchimia.