Su Lindsay Lohan se ne sono dette di tutti i colori negli ultimi tempi, e lei sembra aver contribuito molto a far parlare male di sé. In tanti non avrebbero scommesso in un suo miglioramento e, invece, eccola che torna al cinema.

La giovane attrice ribelle vestirà i panni di Linda Lovelace, più famosa come protagonista di “Gola Profonda“, film cult porno anni ’70. Addirittura, sembra che la Lohan sia contesa tra due registi entrambi decisi a incentrare la pellicola sulla biografia della pornostar.

Inizialmente si era parlato del film “Lovelace” diretto da Rob Epstein, le ultime indiscrezioni, invece, la vogliono protagonista di “Inferno“, diretto da Matthew Wilder e prodotto da Chris Hanley.

Durante il festival di Cannes, che inizia il prossimo 12 maggio, dovrebbe arrivare la conferma da parte dell’attrice. Per la Lohan sarebbe una grande opportunità dopo gli ultimi insuccessi e la cattiva fama che si è costruita.

Anoressia, abuso di alcool, debiti per più di 600 mila dollari, video hard in circolazione collezionati in pochissimo tempo. In più la linea di leggings fallita e un ennesimo tentativo nel mondo della moda con il brand 6126 che suona già di fallimento.

Certo, il ruolo che dovrà ricoprire non è una passeggiata. La Lovelace è conosciuta al grande pubblico grazie alla consacrazione di “Gola Profonda”, ma dietro l’attrice porno c’è molto di più. Un personaggio controverso, una donna che prima ha fatto il cinema hard e poi lo ha condannato. Negli anni ’70 ha abbracciato la causa femminista schierandosi contro la pornografia, contro la mercificazione del corpo della donna e contro il maschilismo. Una storia non facile da raccontare.

Lindsay potrebbe sfruttare l’occasione che le offre la pellicola per riscattarsi dal suo passato da dimenticare. E chissà che poi non la vedremo prossimamente in un film di Quentin Tarantino, come le voci di corridoio suggerivano.