Lindsay Lohan è entrata in clinica di disintossicazione e pare intenzionata a restarci. I suoi legali chiederanno infatti al giudice, il 22 ottobre, di farla rimanere lì piuttosto che spostarla in carcere.

Lindsay Lohan è tornata in rehab per la quinta volta nella sua pur breve vita. A soli 24 anni, la giovane star si ritrova di nuovo in una clinica di lusso, dove ha iniziato il trattamento per la disintossicazione. Trattamento che deve durare almeno 45 giorni, secondo quanto dicono i medici.

Il fatto è che l’udienza per stabilire se la giovane star dovrà tornare in carcere per aver fatto uso di cocaina mentre era in libertà vigilata si terrà il 22 ottobre, praticamente nel mezzo del trattamento. E per quanto i suoi legali assicurino che Lindsay si presenterà, hanno anche già portato avanti la proposta:

Lindsay sarà scortata da un medico della clinica, che probabilmente sarà anche chiamato a testimoniare. A quel punto se Lindsay avrà fatto dei miglioramenti, il suo team potrebbe chiedere al giudice Fox di non metterla in prigione per niente, o di rimandare finché non avrà finito il trattamento.

La giudice Fox si è mostrata molto poco clemente verso Lindsay, del resto, come non capirla. Ma la Lohan si sta preparando: il giorno prima di andare in rehab ha letto tutto un libro di auto-aiuto. Pronta a non ricevere una mano dall’esterno?