L’irrequieta Lindsay Lohan che, neanche un mese fa a Milano, durante la settimana della moda, si cospargeva il capo di cenere promettendo di diventare una brava ragazza, sembra non riuscire proprio a rispettare i suoi buoni propositi, tant’è che è stata condannata ad altri 30 giorni di reclusione.

A emettere la condanna è stata il giudice Stephanie Sautner che ha preso questa decisione in seguito ai recidivi comportamenti della giovane attrice che non avrebbe rispettato i termini della libertà condizionata.

Galleria di immagini: Lindsay Lohan in tribunale

La Lohan infatti, dopo essere stata fermata in palese stato di ebbrezza, era stata obbligata a un programma di riabilitazione al Downtown’s Women Center, mai del tutto completato.

Di questi 30 giorni, però, la ragazza dovrà stare in carcere in realtà solo una settimana, perché sarà subito costretta a prestare servizio nell’obitorio di Los Angeles. Naturalmente stavolta ci sarà poco da scherzare perché, se anche stavolta la Lohan si comportasse in modo superficiale e non rispettasse la sentenza del giudice, ci sarebbe una cella del carcere ad attenderla e questa volta per 270 giorni, senza la possibilità degli arresti domiciliari.

Pare però che la condanna avrà inizio a partire dal 9 novembre, visto che in via del tutto straordinaria, prima delle manette le è stato concesso di terminare un servizio fotografico da un milione di dollari. Insomma, se sei famosa e milionaria, a volte anche le sentenze di un giudice possono aspettare.

Fonte: Corriere della Sera