L’inganno, il nuovo film di Sofia Coppola premiata per la miglior regia al Festival di Cannes 2017, è ambientato nel 1864 in Virginia durante la Guerra di Secessione Americana. Thriller psicologico di grande atmosfera interpretato splendidamente da Nicole Kidman, Krirsten Dunst e Colin Farrel. La pellicola è un adattamento cinematografico del romanzo omonimo (The Beguiled) di Thomas Cullian e un remake del film La notte brava del soldato Jonathan (1971) diretto da Don Siegel e interpretato da Clint Eastwood.  L’Inganno è il quinto film della regista che ha esordito nel 1999 con Il giardino delle vergini suicide e ha proseguito la sua carriera con Lost in Translation – L’amore tradotto (2003), Marie Antoinette (2006), Somewhere (Leone d’Oro per la regia nel 2010) e Bling Ring (2013). Scopriamo la recensione, il trailer, il cast del film la cui uscita nelle sale italiane è prevista per il 14 settembre, distribuito da Universal Pictures.

L’inganno: recensione

L’inganno è un thriller psicologico, con accenni tipici del gothic novel, che affronta il tema della rivalità e della complicità femminile. Le giornate sembrano trascorrere tutte uguali nel collegio femminile in Virginia tra le faccende quotidiane, le lezioni delle pochissime educande rimaste nella scuola e gli echi delle bombe che si sentono in lontananza. L’atmosfera è cupa e decadente con molti elementi che ricordano i fasti e la ricchezza del Sud prima dell’inizio della Guerra di Secessione (un po’ come in Via Col Vento). Tutto cambia quando la giovane Amelia (Oona Laurence) si allontana dal recinto protettivo della scuola per raccogliere i funghi e si imbatte nel Caporale McBurneym, interpretato da  Colin Farrel. Il Caporale è un soldato nordista ferito e Amelia, spinta da compassione e curiosità, decide di portarlo nel collegio. Miss Martha, interpretata da Nicole Kidman, accetta di accoglierlo per prestare le primissime cure. Da quel momento in poi i rapporti e gli equilibri tra queste giovani donne sono alterati. Ognuna di loro subisce il fascino del Caporale e la tensione sessuale, la rivalità e la competizione femminile troveranno un esito inaspettato del finale macabro che rinsalda, all’interno del gruppo di donne, i vecchi rapporti di complicità. L’atmosfera cupa e calda al tempo stesso – il film è stato girato in pellicola, con luci naturali e l’uso delle candele – porta immediatamente lo spettatore in un luogo lontano e decadente intriso di tensione e inganno.

L’inganno: cast

  • Nicole Kidman (Miss Martha) – vincitrice di un premio Oscar per l’interpretazione di Virginia Woolf in The Hours (2002), di un Golden Globe e un BAFTA – ne L’Inganno interpreta la direttrice della scuola di educande. Nella versione originale si può sentire il perfetto accento del Sud con il quale la Kidman ha caratterizzato il personaggio. “Ho fatto un accento del Sud molto particolare e ho tentato di mantenerlo spesso sia prima sia dopo le riprese” ha dichiarato l’attrice.
  • Colin Farrel (Caporale McBurney)  è l’unico uomo del film, è colui che genera confusione e che subisce l’inganno. “Le interazioni tra l’uomo e queste donne sono tutte basate sull’etichetta sociale – fino a che qulacuno non esce dalla forma accettata. E allora non è più un ambiente emotivamente formale. Non vedevo il mio personaggio come uno molto attento all’etichetta, ma Sofia ha chiesto anche a me di incontrare l’insegnante di buone maniere, e io l’ho fatto.”
  • Kirsten Dunst (Edwina) interpreta la giovane educatrice/balia della scuola ed è alla suo quarto lavoro con la regista; è stata Regina Maria Antonietta nell’omonimo Marie Antoinette e ha lavorato con Sofia Coppola ne Il giardino delle vergini suicide e fatto un cameo in Bling Ring. “Nella storia c’è la morte, ma c’è anche il modo in cui una persona muore dentro. Ho cercato di dare a Edwina un’intensa vita interiore, di riempirla emotivamente. La sua è una sensibilità molto diversa da interpretare per me, è l’opposto di me.”
  • Elle Fanning (Alicia) nel film è una giovane seduttrice ed ha già lavorato con Sofia Coppola in Somewhere. Sofia è molto responsabile e cosciente, sa come vuole che venga una scena, ma il set è comunque un luogo protetto dove puoi inventare e provare cose nuove.”
Galleria di immagini: L'inganno di Sofia Coppola con Nicole Kidman e Colin Farrell, foto