La maggior parte delle donne di tutto il mondo (63%) definisce il successo professionale come il giusto equilibrio tra carriera e vita privata e circa i tre quarti delle intervistate (74%) ritengono di poter conciliare entrambe le cose.

Stando ai risultati dello studio “What Women Want @ Work” pubblicato da LinkedIn, il più grande network professionale al mondo, le donne di tutto il mondo si sentono sicure della carriera che hanno intrapreso e sono ottimiste riguardo alla possibilità di realizzarsi sia nella vita lavorativa che in quella privata.

L’equilibrio tra carriere e vita privata: ecco la sfida più grande per le donne che lavorano, in Italia e in tutto il mondo. Il 77% delle 5.300 intervistate a livello globale considera la propria carriera un “successo”, mentre il 67% delle donne sopra i 35 anni ritiene di poter conciliare lavoro e tempo libero.

Sulla questione figli, ovvero su quanto questi possano influire sulle proprie ambizioni e la realizzazione di carriera le donne sono divise. I risultati della ricerca ha, infatti, rivelato che il 57% delle donne attualmente senza figli ritiene che non rallenterà la propria carriera in caso di maternità, mentre il restante 43% pensa il contrario.

Ecco qualche suggerimento da parte di LinkedIn:

1- Non aspettare che sia il datore di lavoro a consigliarvi il percorso di carriera da intraprendere. Scegli qualcuno che ammiri all’interno dell’azienda o in un altro posto di lavoro e osserva e gli avanzamenti di carriera che lo hanno portato al successo: per quanto tempo ha rivestito quella specifica posizione? Ogni quanto ha cambiato posto di lavoro? Esamina attentamente i profili di LinkedIn delle professioniste che più destano la tua ammirazione.

2- Cerca una donna che possa farti da “mentore”: un terzo delle intervistate ha dichiarato che uno dei principali ostacoli alla carriera è la mancanza di un mentore. Partecipa ai gruppi di LinkedIn specifici per le professioniste del tuo settore o della tua area geografica e stringi nuovi contatti. Informati su quali sono le principali caratteristiche da ricercare in un mentore.

3- Se non chiedi, non otterrai nulla. Se la flessibilità è un problema nell’azienda in cui lavori, mettiti in contatto con altre donne su LinkedIn e chiedi suggerimenti su come ottenere un orario lavorativo più flessibile e creare un piano da presentare al tuo responsabile. Cerca posizioni simili alla tua su LinkedIn per comprendere meglio le capacità richieste e i livelli di retribuzione, in modo da essere preparata alle conversazioni sulla tua retribuzione con dati ben precisi.

4- Risparmia tempo ed energie utilizzando i network online per incontrare altre donne lavoratrici con idee simili alle tue, mentori e contatti chiave. Discuti con le tue colleghe su come gestire al meglio le pressioni legate al doversi destreggiare tra lavoro e famiglia, offri il tuo sostegno e impara dalle esperienze delle altre professioniste. Non hai tempo per partecipare agli eventi dei diversi network? Prenditi ogni giorno un po’ di tempo per mantenere personalmente i contatti attraverso LinkedIn con le persone che più ti possono supportare professionalmente.