Tra i quattro finalisti de “L’Isola dei Famosi” ritroviamo anche Daniele Battaglia, appartenente alla categoria de “I figli di…”, essendo figlio di Dodi Battaglia. Deejay, cantante e conduttore radiofonico italiano, 28 anni, il giovane proviene da Reggio Emilia.

A lui si deve la nascita del termine “la cupola”, nomignolo usato per identificare il potere forte di Nina Senicar, Denis Dallan e Sandra Milo. Daniele è stato ben visto da molte ragazze naufraghe: Pamela Compagnucci si è dimostrata interessata al giovane, ma non è l’unica. Anche Guenda Goria, finalista di questa edizione, così si esprime:

Se fossi partita con il cuore non impegnato, mi sarei potuta innamorare di una ragazzo come Daniele.

Tutti lo vogliono, ma nessuno alla fine se lo prende. Di sicuro non c’è stato del tenero con la mitica Sandra Milo, anzi: tra i due sono spesso nati forti scontri e discussioni.

Daniele parla male di me, parla di cupola e di strategie. Allora lo nomino, perché mi ha raccontato tante storie della madre, della nonna, del fatto che faceva pipi con sangue. Ma non era vero.

Comportamento poco felice quello della Milo, che ha sbandierato ai quattro venti alcune intimità rivelatele da Daniele stesso. Che farebbe la gente pur di rimanere in primo piano e infangare gli altri. Spesso, inoltre, Daniele è stato accusato dalla signora Milo di essere un falso con gli occhi da pazzo, con la fissazione per la cupola, la mafia, letteralmente un “povero bambino”. Sarà l’invidia a far parlare?

Sta di fatto che Daniele, nonostante le forti critiche ricevute, è ancora in gara per contendersi il titolo di vincitore de “L’Isola dei Famosi” e gli invidiosi possono solo guardarlo dalle loro case. Anche Simona Ventura sembra orientata verso la vittoria di Daniele:

Secondo me all’Isola vince l’interista Daniele Battaglia: così almeno lui vince la sua Champions.