Anche quest’anno alla finale de “L’Isola dei Famosi” non poteva mancare un esponente della categoria “Non famosi”: a rappresentare la gente comune all’interno del reality show è rimasto solo il naufrago Luca Rossetto.

Ingegnere edile di 32 anni, proveniente dalla provincia di Torino, “Ross” è riuscito a rimanere all’interno del gioco fino alla fine insieme ai due “Figli di…” Daniele Battaglia e Guenda Goria e contro il “famoso” Domenico Nesci.

Probabilmente è stata la semplicità di Luca a permettergli di essere accettato dal gruppo e dal pubblico: al contrario degli altri “non famosi”, è stato l’unico a vivere l’isola come un’esperienza da cui imparare qualcosa di concreto:

A quest’isola, che mi ha dato tanto, che mi ha fatto vincere tante sfide, che mi ha dato tanta forza, che mi ha fatto arrivare fino in fondo e agli amici cari che qui ci sono, che qui ho incontrato, che ci saranno anche fuori di qua ma che saranno sempre nel mio cuore. Grazie isola.

Quando si è in situazioni estreme, con poco cibo e senza le comodità del mondo moderno, l’essere famoso serve davvero a poco: ciò che conta è la semplicità e la voglia di fare, e Rossetto ha più volte dimostrato di voler mettersi in gioco.

Durante l’addio all’Isola, Luca ha ripercorso tutti i momenti vissuti in Nicaragua e un po’ a malincuore ha accettato di abbandonare per sempre l’isola:

Sto raccogliendo i miei pensieri e tirando le somme di tutto. Guardando il mare è come se ripercorressi tutta l’Isola. Sono convinto che le cose belle debbano avere un inizio e una fine e oggi è il giorno giusto per uscire

Purtroppo, pare che i fan di Luca Rossetto non amino mettersi in mostra: la fan page del naufrago su Facebook è seguita poco e conta circa 700 iscritti. Tuttavia, non bisogna scoraggiarsi: l’Isola è sempre stata piena di colpi di scena e quest’anno potrebbe premiare anche un “non famoso”.

Di seguito l’intervista a Luca Rossetto prima di partire per l’Isola: