Ci sono novità nel misterioso caso di sparizione delle due gemelline Livia e Alessia, di cui vi abbiamo riportato anche noi.

Una barista di Cerignola avrebbe confermato di aver visto nel suo locale il padre in compagnia delle due bimbe.Matthias le avrebbe chiesto di poter utilizzare la toilette per Livia, mentre la barista dava un bicchiere d’acqua ad Alessia. Ma le telecamere interne pare non abbiamo registrato nulla di quanto afferma la donna.

Galleria di immagini: Alessia e Livia

Un’altra pista porta il trio sul traghetto per la Corsica con partenza da Marsiglia il 31 gennaio, dove l’uomo avrebbe acquistato 3 biglietti per sé e le bambine, soffermandosi per dieci corse sulla giostra posta davanti all’agenzia viaggi. Il primo febbraio il padre sarebbe stato avvistato in compagnia delle figlie proprio sul traghetto, ma le ipotesi rimangono aperte perché di loro si sono perse le tracce. Sicuramente Matthias è sceso da solo dall’imbarcazione a Propriano in direzione Cerignola, mentre la nave avrebbe proseguito per la Sardegna.

Il procuratore di Marsiglia, Jacques Dallest, si è espresso in merito:

“Fra l’arrivo a Propriano, il 1 febbraio al mattino, e il suo suicidio, la sera del 3 febbraio, non abbiamo testimonianze formali finora che stabiliscano la presenza delle bambine con lui. Ci sono diverse ipotesi la più triste e la più tragica sarebbe quella che l’uomo abbia ucciso le bambine, o durante la traversata fra Marsiglia e Propriano, o successivamente. Ma può averle affidate in custodia a una terza persona, ma questo, dopo 11 giorni, sarebbe almeno un po’ sorprendente. C’è comunque un elemento inquietante il fatto che abbia inviato per posta alla moglie una importante somma di denaro prelevata a Marsiglia. Ci sono dubbi su quanto abbia potuto dare a una persona per custodire le bambine”.

Nei giorni scorsi, infatti, la moglie ha ricevuto per posta diverse buste contenenti i soldi prelevati da Matthias a Marsiglia. Su ogni busta era scritto a penna il nome e l’indirizzo della donna e la scrittura è stata identificata come quella dell’ex marito, ma nessun biglietto avrebbe accompagnato i soldi. L’uomo, tra l’altro, avrebbe redatto un testamento prima di morire intestando buona parte dei suoi beni all’ex e alle piccole.