L’amore non ha età, è proprio il caso di dirlo. Ce lo dimostra Liz Taylor che, per la nona volta, dirà il suo “si” a un uomo. Il fortunato sposo, che avrà in moglie l’attrice inglese ormai settantottenne, è Jason Winters: ha 49 anni, ha origini afro-americane, ed è un manager, il manager di Janet Jackson per la precisione.

La notizia non è stata ancora ufficializzata, ma una cosa è certa: la coppia appare insieme nelle foto di riviste di tutto il mondo già dal 2007 e, secondo le indiscrezioni degli amici, i due sarebbero innamoratissimi.

La stessa Taylor, confidandosi con Liz Smith, avrebbe espresso la sua felicità per questa relazione:

Jason è uno degli uomini più meravigliosi che ho conosciuto e lo amo. Abbiamo una magnifica casa alle Hawaii e ci andiamo il più spesso possibile.

Del resto l’attrice ha fatto sempre parlare molto di sé sia per la sua meravigliosa carriera, che l’ha portata a essere una delle migliori dive hollywoodiane, sia per il suo stile di vita condotto tra alcool, pillole, e qualche operazione chirurgica, legato anche allo strano mondo del cinema, sia per i suoi numerosi amori, senza i quali non riusciva a stare.

Le sue vicissitudini sentimentali sono iniziate nel ’50, quando sposò il miliardario Conrad Hilton e da cui divorziò l’anno successivo. Dopo di lui è stata la volta dell’attore inglese Michael Wilding, seguito dal produttore Mike Todd che la lasciò vedova, e dal cantante Eddie Fisher. Poi fu la volta del colpo di fulmine con Richard Burton, che sposò per ben due volte, nel ’64 e nel ’75. L’anno successivo invece sposò il senatore John Warner, con cui restò insieme fino al 1982. L’ultima fiamma prima di Winters, per passare da un capo all’altro della scala sociale, è stato il muratore Larry Fortensky, vent’anni più giovane di lei, conosciuto in un centro di disintossicazione per alcolizzati, che ha sposato nel ’91 e da cui divorziò nel ’96. Una cosa è certa, che l’attrice con sette mariti e otto matrimoni alle spalle tutto ha avuto tranne che una vita monotona.