Sembra che “Lo Hobbit” non sarà un film di facile gestazione, soprattutto vista la molta confusione sul momento in cui inizieranno le riprese. Fino a qualche giorno fa, infatti, il sito ufficiale di Ian McKellen riportava come data dello start-up dei lavori giugno. Poche ore dopo, invece, il mese indicato era luglio, mentre in questi ultimi momenti è tornata la scritta “at time to be announced”.

Tuttavia la testata Digital Spy, in occasione del “Jameson Empire Awards“, ha scambiato due chiacchiere con Andy Serkis, l’interprete di Gollum/Smèagol, secondo cui le riprese dei due film de “Lo Hobbit” non partiranno prima della fine dell’anno. Ciò significherebbe quindi che la prima pellicola firmata da Del Toro slitterebbe al 2012.

In ogni caso non resta che attendere l’annuncio ufficiale di MGM, casa di produzione che non sta attraversando un momento finanziario roseo: infatti il progetto “Lo Hobbit” potrebbe essere ceduto alla Time Warner e alla Leonard Blavatnik’s Access Industries.

Riguardo invece il film, sempre secondo Serkis, Peter Jackson ha voluto fortemente alla regia Del Toro poiché esso vanterebbe una prospettiva totalmente nuova della Terra di Mezzo, offrendo così al pubblico un inedito punto di vista rispetto alla trilogia de “Il Signore degli Anelli”.