È graduale attraverso le varie fasi della sua crescita, come avviene per tutte le cose che via via riesce a fare.

Il coordinamento fra l’occhio e la mano si riesce ad acquisire attraverso una serie di capacità fisiche che il bambino deve apprendere con il tempo. Le sue capacità manuali migliorano per gradi fino alla consapevolezza di poter usare mani e dita per molte attività.

È così che impara a prendere un bicchiere, a sfogliare un libro, a disegnare, a scrivere, a mangiare da solo con la forchetta, ad allacciarsi le scarpe. Quindi lo sviluppo delle capacità manuali è importante: sono capacità che, una volta apprese, vanno però continuamente allenate. È necessaria una guida attenta ed amorevole in questo difficile momento della sua crescita.

Comunque le capacità manuali del bambino cominciano a svilupparsi già fra i 15 e i 18 mesi, quando, ad esempio, impara a scarabocchiare, a portarsi un bicchiere alla bocca senza rovesciarne il contenuto, a mangiare da solo senza far cadere troppo cibo, a togliersi i calzini da solo.

Verso i due anni riesce, ad esempio, a girare le maniglie della porta, a sfogliare correttamente le pagine di un libro, ad infilarsi calzini e scarpe e a chiudere laccice bottoni. Ma sono solo esempi. In realtà il bambino in questo periodo impara a fare moltissimi piccoli gesti da solo.

A tre anni acquisisce maggiore autonomia: comincia a vestirsi e a svestirsi da solo, ad usare le costruzioni per fare una torre che man mano riesce a fare più alta, a disegnare cerchi e a copiare altre forme a caso, a mangiare con forchetta e cucchiaio, a tenere correttamente la penna in mano, a prendere piccoli oggetti, a versare l’acqua in un bicchiere usando entrambe le mani.

Naturalmente, in queste varie fasi del suo sviluppo il bambino va aiutato in vari modi. Sarà l’istinto a farti capire come aiutare il tuo bambino a crescere. Molto utili in questa fase i giochi che aiutano a sviluppare la manualità oppure gli album da disegnare e colorare. Sono divertenti e aiutano le mani al giusto movimento per ottenere un certo risultato.