Domani sarà il compleanno dello Zecchino d’Oro, che compirà ben 50 anni. Proprio il 24 settembre 1959 andava in onda (dal Teatro dell’Arte di Milano) la prima edizione della trasmissione per piccoli cantanti.

Questo festival per bambini fu introdotto dal “Salone del Bambino” che quell’anno si ispirava a Pinocchio di Collodi (infatti il titolo della trasmissione deriva dai famosi quattro zecchini d’oro posseduti dal burattino).

Cino Tortorella, che oltre ad essere il presentatore è proprio il simbolo in assoluto della trasmissione, chiese a Carlo Triberti di scrivere un varietà fiabesco per introdurre le nuove canzoni dei bambini.

Nel corso degli anni, il Mago Zurlì (interpretato da Tortorella) ha sempre presentato la trasmissione in compagnia di Topo Gigio (doppiato da Peppino Mazzullo), Geronimo Stilton e Richetto (interpretato dallo stesso Mazzullo).

Questa trasmissione è stato anche trampolino di lancio per alcuni bambini: nessuno dimentica la piccola Viviana Stucchi, che alla 6° edizione del programma vinse con “Il pulcino ballerino” (che ancora oggi grandi e piccini cantano o fischiettano).

Alla 10° edizione, poi, fece il suo ingresso nel mondo della musica una bimba di nome Cristina D’Avena con “Il valzer del moscerino”: chi l’avrebbe mai detto che quella bambina sarebbe diventata la cantante più amata dai bimbi per le sigle dei cartoni animati?