La settimana della moda londinese ha chiuso i battenti, e ha dedicato l’ultimo giorno alle collezioni uomo per la prossima stagione fredda, che hanno coinciso con l’apertura della Fashion Week made in Italy di scena a Milano.

Tra gli stilisti alcuni dei nomi più richiesti del momento, come Sibling, Christopher Shannon e J.W. Anderson.

Galleria di immagini: London Fashion Week - moda uomo

Quest’ultimo ha dedicato le sue creazioni all’uomo contemporaneo, giovanile e aperto alla sperimentazione di nuovi trend. Ecco quindi alcuni dettagli originali come le maglie legate doppiamente in vita e intorno alle gambe, e gonne-pantaloni lunghe fino alla caviglia, senza dubbio una scelta di stile molto coraggiosa.

Il tratto distintivo della linea di Anderson sembra essere la stratificazione di tessuti e vestiti, evidente nelle giacche a due livelli e nel doppio cardigan. Topman Design, tra i marchi più commerciali presenti alla kermesse, ha presentato tailleur in tweed a doppio petto e cappotti spigati con inserti di pelliccia. E ancora camicie multicolore dal taglio che rimanda agli anni ’60, con disegni geometrici e di varie forme.

Più vicina allo sportswear la linea di Christopher Shannon, dedicata all’uomo urbano e incentrata su una palette grigia, nera e marrone. Abiti comodi con ampie tasche a vista, che spiccano su pantaloni casual ma caratterizzati da dettagli originali, come volant e finte pezze di varie tonalità.