L’onore e il rispetto 3 si farà: parola di Gabriel Garko, protagonista fin dalla prima serie nel ruolo di Tonio Fortebracci. Una fiction, quella di Canale 5, che ha riscosso un successo talmente grande da offuscare persino la serata speciale di Porta a Porta, dedicata alla consegna delle case ai terremotati d’Abruzzo.

Le riprese della nuova serie inizieranno a giugno del 2010, senza però il regista Salvatore Samperi, deceduto a marzo di quest’anno, prima di vedere sul piccolo schermo la sua seconda serie.

A Samperi avrebbe fatto piacere. A dirigerlo sarà uno dei giovani registi che sono cresciuti con lui: Luigi Parisi”.

ha rivelato Garko sulle pagine del settimanale Diva e Donna.

E così, sulla scia del forte riscontro di pubblico, gli sceneggiatori si sono messi al lavoro per costruire una trama convincente e soprattutto coinvolgente. Sì, perché è proprio l’intreccio quello che da molti è stato definito il maggior pregio della fiction. Non importa se questo polpettone romanzato offra un’immagine pittoresca della mafia. La gente sembra interessata più alle vicende dei protagonisti che al soggetto, la mafia appunto, che diventa un pretesto per dare vita a una storia d’azione che tiene incollati alla poltrona.

Certamente, merito degli ascolti record è anche la presenza dell’affascinante e tenebroso Garko, che riscuote sempre più successo. Ecco come l’attore piemontese parla del suo impegno sul set:

Io, come tutti, ho messo grande passione in questo progetto e credo che la passione sia quello che piace ai telespettatori; la miscela vincente sono questi sentimenti, sempre così forti: chi ama, ama; chi odia, odia, non ci sono mezze misure.

In attesa della terza serie, intanto Garko e compagni continuano a mietere vittime illustri: per via degli scarsi ascolti, il programma Tutti pazzi per la tele, andato in onda proprio in concorrenza con la fiction di Canale 5, è stato cancellato. Tonio Fortebracci non ha risparmiato nemmeno una simpatica e innocua Antonella Clerici.