Vi avevamo accennato giorni fa che la prossima edizione di “Domenica In” avrebbe visto in azione Maurizio Costanzo e Mara Venier.

Oggi vi confermiamo la presenza del giornalista ex conduttore di molti programmi Mediaset al posto di Pippo Baudo. Non altrettanto possiamo fare in merito alla presenza della veneziana. La prescelta per il varietà domenicale di Rai Uno è sempre una bionda, ma si tratta di Lorella Cuccarini. La conduttrice, nonché cantante e attrice, torna nuovamente alle prese con una trasmissione che allieta le domeniche degli italiani, ma stavolta la vedremo in azione sulla televisione di stato.

Dopo tanti anni di poca visibilità sul piccolo schermo, l’esplosiva Cuccarini riesce con successo a ritornare nel suo passato ruolo di prima donna. Nel 2003 condusse “Scommettiamo che…?” ottenendo scarsissimi risultati in termini di auditel. Si vociferava, in quegli stessi anni, in merito alla sua possibile conduzione di “Domenica In”, poi assegnata a Mara Venier. Nel gennaio 2005 fece il provino per condurre “Ballando con le stelle”, ma si preferì riservare il ruolo di presentatrice a Milly Carlucci.

Restò lontana a lungo dagli studi della Rai, così decise di ritornare a Mediaset. Finalmente nel febbraio di quest’anno abbiamo rivisto la Cuccarini sul palco del Teatro Ariston, come ospite dell’ultima puntata del festival di Sanremo. Si è presentata in vesti uniche: non avremmo mai pensato di ritrovare una Lorella così in forma, riportandoci ai bei tempi durante i quali era, come recita lei stessa in uno spot pubblicitario, “la più amata dagli italiani”. Ha presentato un pezzo del suo musical “Il pianeta proibito“, con il tanto discusso nudo coperto da una chitarra. È stato uno dei momenti più visti di tutto il festival, superando i 15 milioni di telespettatori.

Ci dispiace che Pippo Baudo lasci, dopo tanto tempo, “Domenica In”, ma è anche vero che qualche viso nuovo, o comunque diverso, si deve pur vedere. Magari Costanzo e la Cuccarini mischieranno i loro ingredienti segreti per proporre un varietà innovativo e diverso.