La notte degli Oscar è andata più che bene per la Disney, che può dirsi ancora sovrana del reparto animazione.

Se infatti la Disney in coppia con la Pixar si porta a casa l’Oscar per il Miglior lungometraggio animato per Brave, la casa di produzione di Topolino fa la doppietta vincendo anche nella categoria Miglior Cortometraggio Animato, con lo splendido Paperman.

=> Scopri i vincitori degli Oscar 2013

Galleria di immagini: Paperman

Paperman è il cortometraggio animato diretto da John Kahrs che ha preceduto le proiezioni di Ralph Spaccatutto, e ha ricevuto fin da subito tantissimi consensi per la sua delicatezza e per la sua atmosfera retro.

Tutto nel cortometraggio, dal bianco e nero senza dialoghi all’ambientazione, dal ruolo centrale degli aeroplanini di carta alla tecnica di animazione, esprime un delicato senso di nostalgia.

=> Scopri Paperman, il cortometraggio animato di John Kahrs

Con questa scelta infatti l’Academy torna a premiare un prodotto animato in 2D nell’epoca del perfezionismo digitale: il titolo stesso del corto, Paperman, uomo di carta, richiama anche il materiale di base dei cartoni animati, una volta come ora, se si pensa ai fondamentali bozzetti per i cartoon in digitale.

Con l’Oscar a Paperman l’Academy ha voluto premiare la storia più che l’innovazione tecnologica: chissà che l’Oscar a Paperman non riapra la strada a un ritorno all’animazione bidimensionale. Che si tratti di 2D o 3D, l’importante è che il cinema di animazione continui a sfruttare le sue proprietà fantastiche per donarci delle ottime storie.