“The Host”, il nuovo libro dell’autrice di “Twilight“, Stephenie Meyer, diventerà presto un film.

Attualmente la lavorazione è ancora nella fase di scrittura della sceneggiatura di cui si sta occupando Andrew Niccol con la consulenza della stessa Meyer.

Niccol (“Gattaca” e “Lord of War”) si occuperà anche della regia di questa affascinante pellicola di fantascienza, dove non poteva mancare una romantica storia d’amore, in cui dei parassiti alieni si appropriano dei corpo degli esseri umani.

Probabilmente, invece, non verrà adattata per il grande schermo la novella di duecento pagine scritta dalla Meyer, “The Short Second Life of Bree Tanner“, una sorta di spin-off di “The Twilight Saga: Eclipse“, che uscirà in libreria a giugno.

Un impedimento alla realizzazione del film è costituito dal fatto che “The Short Second Life of Bree Tanner” racconta la trama di Eclipse dal punto di vista di un personaggio minore che, però, non compare nel sequel. Ai fan dei film tratti dai libri della Meyer non resta che “consolarsi” con “L’Ospite”.