Louis Vuitton, e quindi Marc Jacobs, e Yayoi Kusama stanno collaborando per creare una collezione che dovrebbe essere lanciata in due fasi, la prima il 10 luglio e poi a ottobre. La casa di moda francese ha già lavorato con l’artista giapponese lo scorso febbraio, quando ha offerto il suo supporto economico per la sua retrosopettiva alla Tate Modern.

Si tratta di un progetto decisamente rivoluzionario e che inerisce con il concetto stesso di moda come arte: la moda a volte è più creativa dell’arte stessa, perché noi viviamo all’interno degli abiti. La casa di moda Louis Vuitton lo sa, e Marc Jacobs lo sa ancora meglio, dato che non è la prima volta che collabora con artisti di questo calibro.

Yayoi Kusama è un’83enne artista che oggi vive in un istituto psichiatrico per sua stessa volontà: Marc Jacobs la incontrò già nel 2006, presso il suo studio di Tokyo. Quello cui la Louis Vuitton punta è ampliare i propri estimatori, ma anche riuscire a mostrare l’arte al di fuori delle gallerie, dai luoghi istituzionali, vestendola addosso.

Marc Jacobs, che della LV è direttore creativo, ha commentato sulla collaborazione con Yayoi Kusama, che si trasformerà a breve in maglie, pantaloni, gonne e naturalmente {#borse}:

«L’energia di Yayoi Kusama è proprio senza fine, le sue tele sono ossessive e scrupolose, come in tutto ciò che crea, si vede un mondo che non finisce mai. Credo che sia quello che ammiro di lei nell’approccio al suo lavoro. Louis Vuitton ha punti vendita e appassionati in tutto il mondo e spero che nasca una nuova ondata di entusiasmo a seguito di questa collaborazione. È come se si continuasse quello per cui sono venuto qui, ossia dare vita alla collaborazione con nuovi artisti. Per chi non visita le gallerie d’arte, il nome dell’artista e la sua opera sono delle novità assolute, che potranno essere apprezzate attraverso i prodotti Louis Vuitton».

Fonte: Vogue