Le Iene contro Luca Barbareschi e viceversa. La querelle sta assumendo dei contorni grotteschi: le due parti raccontano una verità diametralmente opposta e quindi risulta difficile capire come sia andato un furioso litigio, tanto insanabile che il conduttore e politico pare voglia rivolgersi alla magistratura.

Luca Barbareschi ha fama di essere una persona irascibile, ma la fama de Le Iene non è da meno: più volte è capitato che facessero saltare i nervi a qualcuno – la loro insistenza fa invidia alla pazienza di Giobbe – ma a volte i risultati sono disastrosi e i malcapitati intervistati finiscono spesso col farsi saltare i nervi e arrivare alle mani.

Galleria di immagini: Luca Barbareschi

Filippo Roma de Le Iene sostiene di essere stato inspiegabilmente aggredito da Luca Barbareschi, dopo essere entrato sul set del suo nuovo film Mi Fido di Te ed essere stato accolto gentilmente e cordialmente dalle maestranze. Il bilancio della perdita in strumentazioni è significativo: una telecamera completamente distrutta e un iPhone sequestrato. Un dato tangibile questo, ma che non chiarisce per nulla la dinamica degli eventi.

Barbareschi sostiene invece che la telecamera sia finita in terra (per Le Iene, il conduttore l’avrebbe gettata e pestata con un piede) dopo che i “cani da televisione” lo hanno inseguito fino alla toilette, profanando un momento squisitamente intimo. Questa la versione di Barbareschi:

«Oggi sono stato vittima di una vera e propria aggressione da parte di alcuni soggetti qualificatisi come inviati delle Iene, i quali muniti di telecamere, dopo essersi fraudolentemente introdotti sul set cinematografico del film Mi Fido di Te, malgrado già precedentemente respinti, mi hanno raggiunto nei locali dei servizi igienici dove mi trovavo. Lì, non paghi di aver violato un privato domicilio e l’intimità del sottoscritto, mi hanno irretito verbalmente e fisicamente tanto che ne è scaturita una colluttazione a seguito della quale la loro telecamera è andata in terra. Il tutto al cospetto dell’intera troupe. Dell’assurda vicenda sono stati informati i carabinieri e delle conseguenze se ne occuperà la magistratura.»

Fonte: TVblog.