In un’intervista apparsa su TV, Sorrisi e Canzoni di questa settimana, Luciana Littizzetto ne ha davvero per tutti.

L’attrice interpreterà il ruolo del Grillo Parlante nella fiction ispirata al capolavoro di Collodi, in onda a partire dal primo novembre su Rai Uno. La Littizzetto pare essersi talmente immedesimata nel personaggio da esprimere la propria opinione sui politici italiani:

Oggi, in Italia, Pinocchio è rappresentato dai politici, senza distinzione di colore.

I personaggi del Pinocchio di Collodi ci sono proprio tutti, a partire dal Gatto e la Volpe che, secondo l’attrice, troverebbero la loro identificazione nella stampa:

I giornalisti, che si perdono in lotte intestine e hanno in mano i pinocchietti di cui sopra. Mastro Ciliegia è Romano prodi, identico. Mentre Lucignolo sono le banche, le finanziarie, la pubblicità. Mangiafuoco invece è il presidente iraniano Ahmadinejad. Oddio, alla fine Mangiafuoco non era così cattivo. Questo invece mi sa che un missile a lungo raggio prima o poi lo tira.

La Littizzetto non risparmia irriverenti giudizi nemmeno sulla protagonista del recente scandalo escort e, di conseguenza, sulla situazione della politica nazionale:

Patrizia D’Addario: una fata turchina che parla in barese non mi dispiacerebbe. E comunque con questa storia i giornali hanno esagerato: in fondo le cortigiane sono sempre esistite.

Inoltre, grazie alla pungente ironia che da sempre la contraddistingue, l’attrice comica propone un fantasioso e irriverente Lodo Pinocchio:

Se racconti una balla, ti si allunga il naso e ti si accorcia il pisello. Vedi che smettono subito. Più che altro per via del pisello.

A fine intervista, Luciana si concede un piccolo spazio di riflessione. Dopo aver espresso le proprie convinzioni riguardo alla presidenza del PD, affermando la propria preferenza per Bersani, il nuovo Grillo Parlante di Rai Uno decide di dare un giudizio al proprio operato televisivo e al ruolo di Fabio Fazio:

Ammetto, in TV sono spesso volgare. Ma la volgarità in assoluto per me è l’offesa gratuita. E poi parlo come la gente nei bar! […] Fabio Fazio è un pezzo di pane, mai prevaricatore. Lui non sa quello che dirò, quindi i suoi stupori non sono solo teatrali. Dite che le sue domande agli ospiti non sono mai particolarmente incisive? Lo capisco: i suoi ospiti non prendono una lira. Chi glielo fa fare di venire a farsi massacrare gratis in TV?