Luciana Littizzetto finisce nella bufera dopo aver sbeffeggiato Silvio Berlusconi a Che Tempo Che Fa. Il discorso iniziale della comica ha riscosso molti applausi da parte del pubblico, ma non è piaciuto alla Rai, che ora la tiene d’occhio anche in vista di Sanremo 2013, sul cui palco affiancherà Fabio Fazio.

=> Leggi di Silvio Berlusconi ricandidato nel 2013

Galleria di immagini: Silvio Berlusconi in TV

Luciana Littizzetto ha passato in carrellata le ultime notizie relative a Silvio Berlusconi, della sua ridiscesa in campo concomitante con un minimo di ripresa della nazione. Fabio Fazio, dal canto suo, ha cercato di limare le spigolosità della Lucianina nazionale a Che Tempo Che Fa, ma senza riuscirci più di tanto: la Littizzetto è stata incontenibile.

La frase incriminata della Littizzetto però è stata questa:

«Ma lo capite che ci siamo rotti le balle? Adesso torna Berlu, sale lo spread: io non dico un pudore, che è un sentimento antico, ma una pragmatica sensazione di aver rotto il ca**o?.»

Il consigliere di amministrazione Rai Antonio Verro si è dimostrato preoccupato relativamente a quest’uscita:

«Chi fa spettacolo ha una grande responsabilità nei confronti del pubblico. E certi divi troppo pagati, naturalmente mi riferisco anche alla Littizzetto, rischiano di dimenticare quale sia il loro vero ruolo e si trasformano in predicatori. Tutto questo non è tollerabile, così come non è concepibile offendere gli spettatori che pagano il canone. La satira politica è un conto e l’insulto è un’altra cosa.»

=> Leggi di Luciana Littizzetto che scherza su Belen Rodriguez

Ne è seguito un consiglio da parte dei vertici Rai a limitarsi e non solo nei confronti della Littizzetto. La posizione di Verro, che è in quota al PDL è facilmente comprensibile, ma non si comprende invece la posizione del resto della Rai: quello che ha fatto la comica è stata satira politica o meno? Se no, perché non indignarsi anche per la sequela di sfottò al papa Benedetto XVI e al suo account Twitter?

Fonte: Davide Maggio.